Seguici su

Cerca nel sito

La 4×100 verso la finale, Tortu: “Un gioco di squadra”

Sono carichi gli azzurri dopo la qualifica conquistata post semifinale. Il detentore del primato italiano dei 100 metri ringrazia tutti e invita i tifosi domani a spingere l’Italia verso il podio

Il Faro on line – Un gigante tra i giganti. E quando Pippo ha preso il testimone all’ultimo cambio, la sua corsa è stata potente, veloce, sicura. Lo hanno visto tutti. E grazie al team maschile della 4×100 unito e affiatato, domani il vicecampione mondiale e campione europeo under 20 dei 100, insieme agli azzurri, scenderà ancora in pista per la finalissima dell’oro.

Sono possibili i sogni ? Probabilmente si, se già il Mondiali di Doha di ottobre è già nella tasca e nelle gambe degli atleti italiani. E’ stata una prima giornata scoppiettante ed entusiasmante per i colori azzurri. Tutte le staffette in gara sono finale. 4 per la massima gara A (4×100 maschile, 4×100 femminile, 4×400 mista e 4×400 femminile). Per la finale B, ecco la 4×400 uomini in competizione.

Il 38”29 registrato sul traguardo, grazie ad una gara corale e immensa di tutti gli azzurri, porta l’Italia a sperare per una medaglia domani all’ora di pranzo e sempre in diretta su Raisport. Fausto Desalu, Marcell Jacobs, Davide Manenti e Filippo Tortu saranno i protagonisti di quel tifo che si scatenerà davanti agli schermi televisivi.

L’Italia si impone nella seconda batteria con margine ampio sui francesi. E’ Jacobs l’autore dell’impresa. E buon cambio di Manenti, nelle mani del recordman dei 100 metri Tortu fa il resto. Filippo vede già i traguardo e fa il vuoto dietro. Una forma strabiliante per lui e gli altri italiani in gara: “Non mi aspettavo di stare così in forma – ha confessato Filippo a margine della qualifica – sto correndo molto forte”. Non può che ammetterlo il campione azzurro, intervistato da Marco Sicari, dell’Ufficio Stampa della Fidal. Nel video diffuso dal sito ufficiale della Federatletica, Tortu vuole condividere questa conquista con tutti i suoi compagni di squadra: “Mi è piaciuta molto la prestazione di tutti. Si vince e si perde insieme”.

E mentre un simpatico e velocissimo in pista Jimmy Vicaut faceva capannello alle spalle degli azzurri, Tortu ha dichiarato che arriva una dedica per ciò che in pista è stato realizzato: “Non possiamo che dedicare questa qualifica al nostro leader tecnico Prof. Di Muro e anche ai ragazzi Cattaneo e Ligari. Se abbiamo fatto questo risultato è merito di un gioco di squadra”.

E insieme a Desalu, Jacobs e Manenti, l’atleta delle Fiamme Gialle da appuntamento a domani, a tutti gli italiani e tifosi di atletica leggera: “Ci vediamo domani, forza Italia!”.

Foto : Iaaf/Fidal