Seguici su

Cerca nel sito

A Parco Leonardo apre lo “Sportello del cittadino”

Canto: "Un punto di ascolto per dare voce ai residenti". 

Fiumicino – “Credo che una comunità si costruisca con il tempo, magari all’inizio con la volontà di pochi, ma nell’interesse di tutti. Spesso deleghiamo responsabilità ad altri, giustamente pretendiamo attenzioni e cura nella buona gestione amministrativa, ma ci sono momenti in cui è fondamentale discutere tra persone che condividono le stesse esigenze, affrontando gli stessi problemi quotidiani e coordinando la richiesta di implementazione dei servizi utili alla collettività” – così afferma in una nota stampa Antonio Canto, presidente del Comitato di quartiere di Parco Leonardo. 

“È il confronto il collante principale di ogni nucleo sociale. In questi mesi abbiamo presentato progetti di riqualificazione di spazi comuni e attivato canali di discussione con gli organi preposti per un proficuo dialogo istituzionale.

Abbiamo organizzato piccoli eventi per coinvolgere le famiglie, sono loro il cuore di Parco Leonardo Nessuno deve rimanere da solo, è un mantra che ripeto in continuazione. Un comitato cittadino può fare poco o tanto, non importa, dipende dal valore che dà ad ogni gesto o azione condivisa.

A Parco Leonardo vogliamo dimostrare che la discussione dal basso può determinare l’agenda operativa delle istituzioni, un quartiere deve poter esprimere idee e proposte utili a tracciare un percorso di miglioramento comune. “Lo sportello del cittadino” nasce da questa esigenza: condividere i progetti per costruire il futuro dei nostri figli qui, a Fiumicino.

È un territorio ampio e ricco, tutto da scoprire. La comunità sta cambiando e Fiumicino è in rapida evoluzione, cambia faccia ogni giorno e noi vogliamo esserne parte integrante.

“I servizi sono il metro di crescita di un territorio, per questo crediamo che si possa fare bene in futuro. Stiamo seguendo tante opere e siamo certi di vederle realizzate in poco tempo: dal presidio di Polizia Locale alle telecamere di sicurezza, fino alla riqualificazione di parchi ed aree verdi, passando per il trasporto pubblico locale, sono tutti temi che affrontiamo da mesi con un dialogo costruttivo, nell’interesse di tutti. Le risposte sono spesso esaustive, ma l’iter burocratico ha i suoi tempi e confidiamo nel buonsenso di tutte le parti interessate.

In attesa di vederci tutti insieme alla seconda edizione di “Parco in Festa” il 7-8-9 Giugno al Parco del Perugino, per il momento, ogni sabato di Maggio e Giugno saremo nell’area pedonale, entrata Centro Commerciale, per stringerci la mano, discutere e confrontarci su temi essenziali per migliorare la vivibilità del quartiere: dalla sicurezza agli spazi sociali.

È un’iniziativa che abbiamo fortemente voluto perché è fuori, nelle piazze, per strada, tra le persone che si cresce come cittadini e come comunità. Nel tempo della diffidenza e dello scontro, noi crediamo nel buon vicinato ed abbiamo fiducia nel dialogo affichè nessuno rimanga da solo”.