Seguici su

Cerca nel sito

Andrea De Julis: “Abbiamo creduto tutti nella salvezza, siamo felici”

Parla l’attaccante lidense al termine del playout con l’Anagni. 1 a 1 sul campo, ma in tasca la salvezza agognata. Il prossimo anno ancora in Serie D

Ostia – Aveva sbagliato il rigore del pareggio al primo tempo Andrea, domenica in chiusura di campionato. Con il Monterosi, gigante all’Anco Marzio, il gigante bomber dell’Ostiamare non era riuscito a siglare quel rigore, utile per riprendere una partita finita poi, con la vittoria dei viterbesi.

Ma le cose cambiano. E nello sport succede. Il cuore di un campione sa sempre reagire. E De Julis lo ha fatto. E allora nei playout dovuti con l’Anagni in casa, senza il proprio tifo sugli spalti preferiti, in una gara a porte chiuse, l’attaccante lidense non si è arreso. Ha siglato il suo gol. A pallone ribattuto in area. E la rete gonfiata, bucata, quasi spezzata al 17’ del secondo tempo. Come quell’urlo di gioia che i biancoviola hanno dovuto soffocare per 120 minuti.

Questo il tempo giocato con i ciociari all’Anco Marzio. Un playout sofferto e quel tiro finito sulla traversa, grazie ad un guizzo degli avversari allo scadere e a Giannini ormai battuto aveva gelato di nuovo il sangue. Ma di lì a poco, l’arbitro avrebbe fischiato la fine. La fine della sofferenza in campo e nel cuore. Un pareggio da esibire con orgoglio dagli undici di Mister Greco.

E quel pareggio è giunto a regalare la salvezza ai lidensi. E’ bastato un 1 a 1 sul campo, per i gabbiani. In virtù di una migliore posizione in classifica. Resteranno in Serie D, anche nella prossima stagione. E tanta felicità al fischio finale. Tutti in campo a festeggiare. Tutti commossi e carichi di rabbia ed emozione.

Ha parlato proprio lui al termine della partita. Mentre fuori dalla sala stampa i suoi compagni di squadra festeggiavano ancora il successo agognato, De Julis ha raccontato le difficoltà di una stagione in salita e di una salvezza arrivata perfetta e precisa.

Un ambiente coesa e mai domo. Tutti verso l’unico obiettivo della salvezza. E’ arrivata alla fine. E il cuore di un campione ha vinto.

Di seguito le dichiarazioni di Andrea De Julis, a cura di Riccardo Troiani, Ufficio Stampa Ostiamare :

“E’ stato un anno incredibile. Complicato sotto tutti i punti di vista. Il gruppo è rimasto sempre unito. Non è mai facile reagire dopo quei numerosi gol presi alla fine delle ultime gare. E’ un problema che dovevamo migliorare prima. Adesso, ci godiamo questo pareggio che vale una vittoria. Abbiamo sempre creduto nella salvezza. Da Mister Greco, fino al magazziniere. Tutti. Uniti. Non abbiamo mai lasciato nulla al caso. Non abbiamo mai mollato in nessun frangente di questo campionato. Penso che lo abbiamo dimostrato. Molte volte non è andata come avremmo voluto, ma il risultato che è più importante è questa salvezza. Il bello di fare l’attaccante è anche questo. Sbagli un rigore e poi vieni beccato. Non voglio parlare di contestazione. Non è accaduto assolutamente nulla. I tifosi sono sempre stati vicini a noi. Anche in campi lontani da Ostia. Regna la felicità. Dedico la salvezza a mia nonna, la mia fidanzata e la mia famiglia”.

Foto : Claudio Spadolini

(Il Faro on line)