Seguici su

Cerca nel sito

Sport e Legalità, concluso il Campus Fiamme Gialle a Sabaudia foto

Esperienza memorabile di 25 studenti di Bergamo nel mondo gialloverde. Incontro con il Ministro Bussetti e visita al Museo della Seconda Guerra Mondiale

Sabaudia – Concluso il terzo e ultimo Campus Fiamme Gialle, nell’ambito del Progetto “Sport e Legalità – La Scuola in Cattedra”, della Regione Lombardia, realizzato in sinergia con le Fiamme Gialle e l’Ufficio Scolastico della Regione Lombardia, al quale hanno partecipato 25 studenti dell’Istituto Superiore “Caterina Caniana” di Bergamo, ospiti del III Nucleo Atleti Fiamme Gialle di Sabaudia.

I ragazzi hanno lasciato la Caserma Spiridigliozzi di Sabaudia sabato 11 maggio, per dirigersi verso Roma dove, prima di ripartire per Bergamo, si sono concessi una passeggiata nella Città Eterna.

Il Campus Fiamme Gialle ha permesso loro di vivere quotidianamente in simbiosi con gli atleti gialloverdi,  scoprendo una realtà completamente nuova.

Tra sport e legalità, dal 6 all’11 maggio sono state numerose le attività organizzate dal Team Fiamme Gialle che hanno coinvolto gli studenti di Bergamo.

Le diverse iniziative sono state possibili grazie alle persone, agli Enti e alle Associazioni che hanno condiviso lo spirito del Campus credendo nell’importanza del progetto.

Grazie all’Istituto Pangea gli studenti hanno visitato la foresta del Parco Nazionale del Circeo scoprendo l’importanza del rispetto per la natura per preservare la flora locale.

Particolarmente interessante è stato l’incontro “Bullismo e CyberBullismo” tenuto dagli esperti del Nucleo Territoriale Permanente Bullismo e Cyber della Provincia di Latina che ha affrontato il delicato tema del rispetto del prossimo in ogni suo aspetto.

La visita al Museo Piana delle Orme, resa possibile dalla Direzione del museo, ha consentito agli studenti di immergersi nella storia, in particolare nella drammaticità della II Guerra Mondiale.

Un momento molto emozionante è stato l’incontro con il Ministro dell’Istruzione Bussetti che ha voluto salutare gli studenti del “Caniana” ricevendoli al Ministero dell’Istruzione a Roma.

Una giornata uggiosa ha accompagnato la visita ai Giardini di Ninfa, resa possibile grazie alla Fondazione Caetani e al suo Direttore Lauro Marchetti. Tra le tante specie diverse di piante e arbusti, gli studenti hanno passeggiato lungo i sentieri seguendo la storia raccontata dalla guida a loro disposizione.

Gli studenti, hanno trovato molto interessante la visita alla redazione del giornale “Latina Editoriale Oggi il cui direttore, Alessandro Panigutti, ha risposto alle tante domande e curiosità dei ragazzi.

Tutte le sere, dopo cena, il laboratorio di teatro, a cura della signora Titti Marino, ha coinvolto gli studenti e ha reso possibile, nell’ultimo giorno di permanenza a Sabaudia, una rappresentazione teatrale, sul tema della legalità, dal titolo “Non è Magia”. Dopo la timidezza iniziale, il laboratorio serale si è rivelato un eccezionale strumento di apertura e condivisione tra i ragazzi.

Lo sport, “respirato” dai ragazzi sin dal primo giorno a Sabaudia grazie ad una realtà intrisa dì imprese sportive, è stato protagonista nelle ultime due giornate. Gli atleti dei vari Nuclei dei Gruppi Sportivi Fiamme Gialle hanno organizzato delle prove per gli studenti che si sono cimentati nelle discipline del karate, vela, atletica, canoa, canottaggio e tiro a segno.

I partecipanti al Campus, sono stati testimoni dell’attività svolta dal III Nucleo Atleti sul territorio partecipando alla manifestazione di chiusura dei progetti “A Scuola in Canoa” e “Remare a Scuola”. Circa 1000 bambini di età compresa tra i 9 e gli 11 anni, mercoledì 8 maggio, hanno invaso gli impianti sportivi in riva al lago di Paola per una festa che ha celebrato il rapporto tra le Fiamme Gialle e il mondo della Scuola.

Si conclude un Campus che ha permesso ai 25 ragazzi di Bergamo, di scoprire il mondo Fiamme Gialle e l’importanza dello sport come mezzo per aiutare i giovani a crescere secondo le regole e nel rispetto delle leggi e delle Istituzioni.

Foto : Giuseppe Marchitto/Ufficio Stampa Fiamme Gialle

(Il Faro on line)