Seguici su

Cerca nel sito

Nuoto, alle Swim Series azzurri giganti

Panziera vola nei 200 dorso, Scozzoli si impone nei 100 rana siglando la quarta prestazione mondiale dell’anno e Federica Pellegrini terza nei 100 e seconda nei 200 stile

Il Faro on line – Prima giornata : le firme di Margherita Panziera e Fabio Scozzoli illuminano d’azzurro la prima giornata della seconda tappa delle Swim Series, a Budapest.

Super Panziera. La campionessa europea e primatista italiana (2’05”72 agli Assoluti di Riccione 2019) vola nei 200 dorso. La 23enne di Montebelluna – tesserata per Fiamme Oro e CC Aniene e allenata da Gianluca Belfiore – chiude in 2’06”41 (1’01”19) che vale la terza prestazione mondiale stagionale, precedendo la fuoriclasse magiara Katinka Hosszu seconda in 2’08”16 e l’aussie Emily Seebohm in 2’08”89.

Indomito Fabio. Strepitoso Scozzoli che si impone con il primato personale e la quarta prestazione mondiale dell’anno nei 100 rana. Il 30enne di Lugo – tesserato Esercito ed Imolanuoto, ventisei medaglie tra mondiali ed europei e seguito da Cesare Casella – nuota in 59”05 (27”34) primato personale che cancella il 59”33 siglato a Riccione e a quattro centesimi dal primato italiano di Nicolò Martinenghi (59”01); alle spalle dell’azzurro il russo Anton Chupkov in 59”21.

Federica Pellegrini è terza nei 100 stile libero, vinti dalla svedese, primatista mondiale e campionessa continentale Sarah Sjostroem in 53”03. La vincitrice di tutto – tesserata per CC Aniene e preparata al Centro Federale di Verona dal tecnico federale Matteo Giunta – tocca in 53”91, preceduta anche dalla danese Pernille Blume (53”40).

Seconda giornata : Federica Pellegrini è seconda nei 200 stile libero, vinti dalla svedese e vice campionessa olimpica Sarah Sjostrom in 1’56”58. La vincitrice di tutto – preparata al Centro Federale di Verona dal tecnico federale Matteo Giunta e terza nei 100 nella sessione d’apertura – chiude in 1’57”09 (57”89), precedendo la russa Veronika Andrusenko che si ferma a 1’58”04.

Nei 100 farfalla, vinti dal sudafricano, oro mondiale a Kazan 2015 e Barcellona 2013 e argento olimpico Chad Le Clos in 51”25, il campione europeo Piero Codia (Esercito/CC Aniene) è quarto in 52”22.  Ed è ai piedi del podio anche Fabio Scozzoli (Esercito/Imolanuoto) nei 50 rana. Il primatista italiano – allenato da Cesare Casella, ventisei medaglie tra Mondiali ed Europei e già primo sabato nella doppia distanza con il personale (59”05) – tocca in 27”14; davanti a tutti il brasiliano Joao Gomes Junior in 26”64 che vale la terza prestazione mondiale stagionale.

Terza e conclusiva tappa delle Swim Series a Indianapolis dal 31 maggio all’1 giugno.

Fonte : federnuoto.it