Seguici su

Cerca nel sito

Urologia, a Gaeta il convegno sulle nuove frontiere nelle tecnologie medico-chirurgiche

L'impostazione del convegno si ripropone di sviluppare una sinergia con il Medico di Medicina Generale sempre più coinvolgente.

Più informazioni su

Gaeta -“Urologia: nuove frontiere nelle tecnologie medico-chirurgiche e sinergia con il Medico di Medicina Generale”. E’ il tema del congresso Patrocinato dal Comune di Gaeta, dall’UrOP, dall’ AIMEF e dalla Casa del Sole che si terrà sabato oggi presso l’Hotel Summit di Gaeta.

Il corso si propone di approfondire le ultime novità in tema di tecnologie medico-chirurgiche, sia nel trattamento medico che chirurgico, in sinergia con il medico di medicina generate. Nonostante la diffusione di nuove tecniche, i risultati sono legati alla correttezza dell’indicazione, all’esperienza del chirurgo e alle tecnologie disponibili.

“Gaeta città dei convegni – afferma il sindaco Cosmo Mitrano – pronta ad ospitare un altro importante momento di formazione coordinato dal dottor Domenico Tuzzolo, Responsabile Scientifico del Convegno, Primario Urologo della Casa del Sole di Formia. La validità degli argomenti trattati richiama in città diversi esperti, medici chirurghi e di medicina generale che interverranno per confrontarsi su percorsi clinico-assistenziali diagnostici e riabilitativi”.

“Il progresso in campo farmacologico e strumentale – precisa il dottor Tuzzolo – ha consentito lo sviluppo di terapie sempre più moderne ed efficaci. Particolare attenzione sarà rivolta alla chirurgia anche alla luce della recente collaborazione scientifica tra la Clinica Casa del Sole con il dottor Antonini, ricercatore urologo presso l’Università di Roma “La Sapienza”, per una tecnica innovativa e rivoluzionaria messa a punto dall’urologo americano Paul Perito del Coral Gabless Hospital di Miami in Florida”.

Durante il corso  verranno discussi nel dettaglio e in modo pratico le indicazioni ai trattamenti, gli aspetti tecnici più critici e come ottimizzare l’utilizzo delle risorse tecnologiche. L’impostazione dell’evento, allo stesso tempo estremamente pratica e basata sulle evidenze cliniche, si ripropone di sviluppare una sinergia con il Medico di Medicina Generale sempre più coinvolgente, per una collaborazione sempre più collante e per rendere prontamente applicabili alta pratica clinica i dettagli tecnici e te novità tecnologiche apprese, al fine di ottimizzare il più possibile i risultati di tecniche sempre più diffuse.

(Il Faro on line)

Più informazioni su