Seguici su

Cerca nel sito

2 giugno, alla parata militare su via dei Fori Imperiali anche i veterani delle forze armate

Su via dei Fori Imperiali sfileranno anche la Riserva selezionata (professionisti provenienti dalla società civile prestati per alcuni mesi al mondo militare) e agli atleti del Gruppo paralimpico della Difesa

Roma – Sfileranno anche i veterani delle forze armate e delle missioni all’estero, oltre agli ufficiali della cosiddetta Riserva selezionata (professionisti provenienti dalla società civile prestati per alcuni mesi al mondo militare) e agli atleti del Gruppo paralimpico della Difesa, domenica prossima, lungo via dei Fori Imperiali, a Roma, per la tradizionale Parata del 2 giugno, Festa della Repubblica.

Una ricorrenza il cui tema è stavolta quello dell’Inclusione, intesa quale “affermazione del diritto di ogni singola persona di avere accesso ed esercitare, nella società di cui è parte, le stesse opportunità”.

Un tema, spiegano alla Difesa, che rimanda direttamente a quanto sancito dalla Costituzione “che ancora oggi, nella sua sorprendente attualità e lungimiranza, impegna la Repubblica, all’art. 3, a ‘rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese'”.

E proprio da queste parole “nasce la scelta del tema di quest’anno, quale percorso di crescita da intraprendere e auspicabilmente concludere insieme“.

Un messaggio riflesso anche nei volti del manifesto istituzionale del 2 giugno: quelli delle donne e degli uomini delle forze armate e di polizia e degli altri Corpi dello Stato che sfileranno in via dei Fori Imperiali, insieme ai veterani rimasti feriti in servizio, agli specialisti della Riserva selezionata, al personale civile della Difesa (che peraltro proprio in questi giorni è in agitazione sindacale) e, ancora una volta, a circa trecento sindaci provenienti da tutta Italia.

Nelle tribune, tra gli altri anche 800 bambini, provenienti da diverse scuole italiane, che assisteranno allo sfilamento “nell’ambito di un progetto fortemente voluto e sostenuto – dicono alla Difesa – dal Presidente della Repubblica”.

Il Tricolore, simbolo della giornata, sarà esposto su tutti i Palazzi del Ministero della Difesa, colorerà il Colosseo e anche il cielo del centro di Roma, sorvolato dagli aerei della Pattuglia acrobatica nazionale, le Frecce Tricolori.

(Il Faro online)