Seguici su

Cerca nel sito

Golden Gala, Tortu e Tamberi per la gloria foto

Saranno protagonisti della quarta tappa della Diamond League i due campioni delle Fiamme Gialle. Domani sera allo Stadio Olimpico. Tortu nei 200 metri e Tamberi nel salto in alto

Il Faro on line – Ci saranno anche loro giovedì sera allo Stadio Olimpico. I due fenomeni dell’atletica leggera italiana. I due gioielli di una Nazionale azzurra che punta ai Mondiali di Doha.

E intanto ecco il Golden Gala. Stanno arrivando a Roma i grandi della Diamond League. Alcuni sono già arrivati. Dal mondo. Ospiti dell’ Hotel Sheraton Parco dei Medici. Un posto tranquillo poco fuori la Capitale per preparare una quarta tappa del circuito Iaaf da stroppicciarsi gli occhi. E lo scopo dei due azzurri è proprio quello. Stupire.

Lo hanno già fatto nelle loro personali performances. In pista e in pedana. Filippo Tortu ha siglato un quasi record a Rieti. Maledetto quel vento che lo ha lanciato sul traguardo a +2.4. E in tabellone un 9.97 ventoso sui 100. Da urlo strozzato in gola. Ma non saranno i 100 stavolta a stuzzicarlo. Saranno di nuovo i 200 metri. Come due anni fa. L’obiettivo è scendere sotto i 20″34. Suo tempo del mezzo giro di pista nel 2017. Ma la gara potrebbe portare di più. Filippo correrà con i grandi giovedì. E il 19″82  di Carl Lewis potrebbe essere battuto. E cos’è il doppio di 9.97 ? Un po’ di più rispetto al tempo di Carl. Ma vicino vicino al suo record. Parlerà quella pista ai piedi della Tribuna Tevere. Verso la Monte Mario sarà il cuore a battere.

Come lo farà anche sotto la Curva Sud. In pedana tornerà Gianmarco Gamberi. Campione europeo indoor in carica. Torna. Dopo tre anni al Golden Gala. Nel 2016 arrivò terzo con 2,30. E prima dell’infortunio fino ai 2,38. Una caviglia dolorante causa infortunio. Anche le Olimpiadi brasiliane saltate. Ma Gimbo non ha mollato. Mai. È tornato a saltare. In alto. E probabilmente tornerà a ricercare quei 2,40  con i quali giocava. Prima dell’infortunio.

Due location diverse allora allo Stadio Olimpico. Ma due campioni che cercano la gloria. Si cerca il sereno per giovedì sera e quell’estate che tutti sognano per godersi una splendida serata di atletica. Gli ingredienti ci sono tutti. 14 gli azzurri protagonisti.

Un corollario di talenti che il Golden Gala abbraccerà ancora. Appuntamento al 6 giugno. Solo domani. Solo 24 ore. Pronti, ai blocchi. Verso nuovi record.