Seguici su

Cerca nel sito

L’Italdonne a 48 ore dall’esordio, Bonansea: “Possiamo vincere”

Smuove l’ambiente l’attaccante della Juventus. L’Italia è in ritiro e prepara la partita di domenica contro l’Australia. La qualità c’è e il morale è alto, tutto è possibile

Il Faro on line – Torneranno le radiocronache in spiaggia. E tra due giorni. Anche in diretta streaming via web e satellite. Sotto al sole. Molti tifosi le seguiranno in questo modo. Sono pronte le azzurre in Francia. Allenamenti, interviste e tanti sogni da realizzare.

E’ l’evento dell’anno il Mondiale femminile che inizierà questa sera alle 21,00. Su Skysport e su Raisport Hd, comincerà la manifestazione iridata Fifa dedicata all’altra metà del cielo. Non certamente debole. Forte. Determinata e decisa a vincere. Questa l’indole delle centinaia di calciatrici che si giocheranno il titolo. Fino al 7 luglio, tante saranno le emozioni da assaporare.

E l’Italia di Mister Bertolini sta ultimando la preparazione per la partita di esordio. Contro l’Australia domenica prossima e alle ore 13. Una impegnativa e originale ora di pranzo. Per tutti i tifosi italiani. C’era il calcio maschile una volta e c’è ancora, ma in questo anno 2019, sono le donne a muovere i fili in campo: “Voglio vincere, abbiamo le nostre chance”. Ha dichiarato l’attaccante bianconera Barbara Bonansea. Nelle ore della vigilia che separa lei e le sue compagne dall’inizio del sogno mondiale, arrivato per l’Italdonne dopo 20 anni, è un momento topico: “Chi dice che debbano vincere per forza Francia o Stati Uniti ?”. Se lo chiede l’azzurra e con tutto il diritto di crederci probabilmente. Sta crescendo il calcio femminile in Italia e anche nel mondo. E detta tecniche e schemi, anche all’estero. Non ci sono limiti quindi per sognare. E la Bonansea lo pensa e con il sorriso. Sulla pagina ufficiale Facebook della Figc dedicata alla Nazionale Italiana femminile di calcio, la quasi esordiente al Mondiale lo confessa.

Sono stati già staccati 16.500 biglietti a Valencienne, per la partita di domenica 9 giugno. E’ in fermento il mondo del calcio femminile italiano. Le ex e chi ancora gioca si schierano tutte accanto alle azzurre. Sa di rivincita un fenomeno che si sta prendendo la sua parte di gloria. Sull’universo maschile ? Probabile. Oppure no. Tutti a giocare a pallone per far crescere passione ed entusiasmo. E’ questa la missione di tutti. Maschi e femmine.

E stavolta saranno le donne a tenere incollati ai televisori, telefonini e tablet gli appassionati del calcio: “Guardate le nostre partite, chiunque l’ha fatto si è innamorato del calcio femminile”. Lo ha detto con una certa gioia nel cuore, Chiara Marchitelli e ancora su Facebook. Il portiere tricolore e l’estremo difensore della Florentia, invita tutti ad ammirare lo stile femminile nel calcio: “Scalpitiamo per questo primo match e abbiamo una fortissima energia, siamo carichissime”. Ha aggiunto Ilaria Mauro dalla sede del ritiro azzurro.

Un impegnativo ma non insormontabile Girone C per l’Italdonne del calcio. Dopo il match con l’Australia, affronteranno la Giamaica. A chiudere poi la prima fase, scenderanno in campo con il Brasile. E le condizioni per credere a passi più importanti e verso il mese di luglio sono positive. Ci crede la Bonansea. Il gruppo è coeso e la forza di una donna è incredibile quando vuole raggiungere il suo obbiettivo.

Intanto, ecco questa sera la partita di esordio. Le padrone di casa della Francia incontreranno la Corea del Sud, al Parco dei Principi di Parigi. E poi ? Solo domani e qualche ora in più..verso l’ora di pranzo di domenica. Ci saranno le azzurre. Forza ragazze.