Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Fiumicino, aumentano i posti negli asili nido comunali: modificato il regolamento

Calicchio: "La maggiore disponibilità di posti sarà compatibile con gli spazi e gli arredi"

Fiumicino – “Oggi in Consiglio comunale è stata approvata una importante modifica al regolamento degli asili nido comunali, che porterà a un aumento dei posti disponibili nelle nostre strutture a costo zero”. Lo dichiara il sindaco di Fiumicino Esterino Montino.

“Siamo partiti dai numeri riguardanti i bambini in lista di attesa per l’anno scolastico 2019/2020: nei 6 nidi comunali e i 2 in project attualmente attivi, i cui posti complessivi sono 458, sono state in totale 611 le domande e i nuovi bambini ammessi 222, pari cioè al numero di posti liberatisi per il passaggio degli altri bambini alle scuole dell’infanzia. Dunque 389 bambini sono rimasti esclusi e sono al momento in lista d’attesa. Un numero davvero elevato. Pertanto – prosegue Montino – abbiamo cercato di trovare una soluzione che potesse venire incontro alle esigenze di alcune delle famiglie rimaste escluse“.

“Partendo dall’articolo 3 del regolamento comunale – aggiunge l’assessore alla Scuola Paolo Calicchio – e in base anche all’art.12 della legge regionale 59/80, i posti disponibili saranno aumentati del 15% sin dall’inizio dell’anno scolastico. Dopo la verifica della copertura media dei posti nell’anno scolastico precedente è emerso che la presenza media è inferiore rispetto alla capacità delle strutture. La maggiore disponibilità di posti sarà compatibile con gli spazi e gli arredi. Qualora si riscontrassero problemi di spazio nella zona di riposo, si provvederà a ammettere bambini che frequentano solo la mattina. Sono previste alcune limitazioni nei casi in cui siano presenti bambini con disabilità”.

“Si tratta – conclude il vicesindaco Ezio Di Genesio Pagliuca – di una risposta importante che l’Amministrazione comunale ha deciso di dare alle famiglie in difficoltà del nostro territorio, che si va ad aggiungere alla realizzazione di nuove strutture e nuove classi fatte in questi anni. E di quelle in corso di realizzazione, come la ristrutturazione del nido in via Foce Micina. Tutto questo sarà possibile grazie alla qualità delle strutture e alla grande competenza delle nostre insegnanti. Qualità e competenze che resteranno intatte anche dopo l’incremento dei posti”.

Sannino: “Una risposta alle famiglie”

“La modifica del regolamento degli asili nido approvata oggi in Consiglio Comunale è un’ottima decisione”. Lo sottolinea il presidente della Commissione Scuola Ciro Sannino a margine del Consiglio Comunale.

“Essere riusciti ad aumentare, di fatto, il numero di posti nelle nostre strutture significa avere dato una risposta alle esigenze di tante famiglie, pur mantenendo alta la qualità dei nostri nidi – prosegue Sannino -. La popolazione di Fiumicino cresce sempre di più e con essa anche i bisogni delle famiglie. Questa amministrazione ha dimostrato di saper trovare il modo per farvi fronte, anche quando le risorse economiche, purtroppo, scarseggiano”.

Poggio: “Bisogna investire nelle scuole”

“Pur avendo dato parere favorevole alla modifica del regolamento comunale sugli asili nido, credo fortemente che si tratti di una foglia di fico per nascondere una problematica enorme, ormai totalmente sfuggita di mano a questa amministrazione: l’assenza della benché minima strategia sulle scuole”.

Lo dichiara il vicepresidente del consiglio comunale di Fiumicino, Federica Poggio, che in una nota aggiunge: “C’era da dare una risposta alle famiglie e come Lega l’abbiamo data appoggiando questa modifica che aumenta del 15 per cento il numero dei bambini che possono essere ospitati in una classe. Ma spero che il sindaco una cosa la sappia: non è così che si risolve il problema”.

Non è accrescendo il lavoro delle operatrice o mettendo più bimbi in una classe che si ovvia alle chilometriche liste di attesa, ma costruendo scuole e questa amministrazione in quanto a scuole finanziate, dopo 6 anni, è ancora a quota zero”, prosegue la Poggio.

Che conclude: “Così come, mi duole dirlo, il problema dello sport non si risolve regalando una targa a Luciano Sordini per il suo impegno sul territorio ma dando a lui e tantissime altre persone che si prodigano ogni giorno l’opportunità di insegnare in strutture comunali e riaprendo e mettendo a norma il palazzetto dello sport di Fiumicino, chiuso da ormai due anni, per dare ai ragazzi del territorio un’opportunità che è stata loro negata”.

(Il Faro online)