Seguici su

Cerca nel sito

Atlantia si ritira, Lotito formalizza un’offerta per l’acquisto di Alitalia

Il premier Conte: "L'Italia ha bisogno di un rilancio e stiamo lavorando a un piano straordinario di rilancio del turismo per far ripartire il Paese in tutti i settori"

Roma – Sembra non conoscere fine la crisi che avvolge Alitalia. Infatti, Atlantia fa un passo indietro. Nelle scorse ore, il ministro Salvini aveva paventato l’ipotesi di un ingresso della società come partner nella nuova cordata destinata a rilevare Alitalia; oggi, la holding delle infrastrutture, tramite una nota, chiarisce la sua posizione:

“In relazione ad alcune indiscrezioni pubblicate oggi da organi di stampa, Atlantia ribadisce che sulla vicenda Alitalia la sua posizione non è cambiata rispetto alle ripetute dichiarazioni pubbliche del CEO Giovanni Castellucci. Nessun fondamento quindi possono avere notizie circa presunti accordi, ancorché preliminari, per una eventuale partecipazione alla newco Alitalia. Pur essendo molto attenta al futuro di Alitalia in considerazione della sua importanza per Aeroporti di Roma, attualmente Atlantia è già impegnata in Italia su numerosi e complessi fronti”.

Ma se Atlantia fa un passo indietro ecco spuntare, quasi a sorpresa, il nome di un nuovo acquirente: Claudio Lotito, presidente e azionista di maggioranza della Ss Lazio, cje proprio in queste ore ha annunciato di aver formalizzato un’offerta “riservata” di acquisto per Alitalia.

Lo stesso Lotito lo ha confermato all’Ansa. Della vicenda si sa ancora poco: Lotito ha effettivamente mandato una lettera a chi segue la procedura di cessione. Ma la fattibilità e la consistenza della proposta sono ancora tutte da verificare.

Nel frattempo, nessuna decisione è stata presa a Palazzo Chigi. E’ probabile che si arrivi a una nuova proroga del termine per la presentazione dell’integrazione dell’offerta di Ferrovie dello Stato (l’unica finora sul tavolo). Il termine scade sabato 15 giugno. Dunque, molto probabile che si opti per un rinvio, il quarto, di un mese. Sulla questione il ministro dei Trasporti Toninelli non si sbilancia: “Un’altra proroga per Alitalia? Non lo so, laddove ci fosse non è assolutamente un problema”.

Diversa l’opinione del premier Conte, che, intervenendo al Forum Ansa afferma: “Per Alitalia stiamo alla finestra, se arrivano offerte verranno tutte valutate, ma quello che a noi preme è rilanciare il sistema. L’Italia ha bisogno di un rilancio e stiamo lavorando a un piano straordinario di rilancio del turismo per far ripartire il Paese in tutti i settori. Di Maio sta lavorando su Alitalia come su altri dossier molto critici, devo ringraziarlo. Stiamo valutando, è un dossier ancora caldo, c’è un bando in corso”.

(Il Faro online)