Seguici su

Cerca nel sito

Ladispoli, Air show: la preoccupazione del Wwf

Le presidenti in una lettera aperta al sindaco: "Evidenziamo che tale evento arrecherà un danno notevolissimo agli animali ed alle persone"

Fiumicino – “Come Wwf litorale laziale, desideriamo manifestare la nostra viva preoccupazione per la manifestazione in programma il 16 giugno prossimo: l’esibizione delle frecce tricolori“. Lo affermano, con una lettera aperta al sindaco, Franca Maragoni e Maria Gabriella Villani, rispettivamente presidente e vicepresidente Wwf, sull’ Air show in programma a Ladispoli.

“Comprendiamo che tale iniziativa possa richiamare, a Ladispoli, un vasto pubblico. Evidenziamo, però, che tale evento arrecherà un danno notevolissimo agli animali ed alle persone. Gli animali – continuano – quelli domestici e quelli selvatici, dovranno subire per diversi minuti, un’onda sonora molto al di sopra della soglia consentita, con conseguente e notevole stato di sofferenza.

I cittadini, maggiormente quelli con uno stato di salute precario, soffriranno dell’impatto sonoro inconsueto. Inoltre, il passaggio a bassa quota di numerosi aerei, produrrà un sensibile inquinamento atmosferico, nocivo per chi soffre di insufficienza respiratoria.

Occorre precisare che la parte più spettacolare è affidata alle evoluzioni di caccia da guerra del tipo Eurofighter; questi aerei più potenti degli altri, hanno un potere di inquinamento dell’aria e sonoro impressionante e sono capaci anche di superare la barriera del suono; inoltre negli ultimi anni sono stati protagonisti di tragici incidenti e sono potenzialmente pericolosi per gli spettatori.

Gli Eurofighter sono bombardieri e sono strumenti di guerra e di morte e noi, come da dettato costituzionale, rifiutiamo la guerra. Siamo quindi contro queste manifestazioni che esaltano il potere del nostro Stato di uccidere e inquinare.

 Ci auguriamo che in futuro tali considerazioni possano portare ad una diversa scelta riguardo agli eventi da selezionare per la promozione del territorio – concludono –  rispettosi degli equilibri ambientali e qualificanti per il comune che Lei amministra”.

(Il Faro online)