Seguici su

Cerca nel sito

Ludopatia, Anselmi: “Aiutare le persone malate con la compagnia di un cane”

Gli amici a quattro zampe potrebbero essere d'aiuto a chi soffre di questa malattia. Un progetto unico in Europa

Fiumicino – “Ieri ho partecipato come relatrice ad un convegno, presso l’Istituto superiore di sanità, su un progetto sperimentale diretto al recupero dalla dipendenza dal gioco (ludopatia)“.

Lo dichiara, in una  nota, Anna Maria Anselmi, assessore alla politiche sociali, riferendosi al problema della ludopatia che è diventata, non solo un preoccupante fenomeno sociale, ma è considerata una vera e propria malattia che va trattata come tale.

“Il progetto prevede di affiancare al dipendente da gioco d’azzardo un cane: ho intenzione di portarlo nel nostro territorio per le persone che soffrono di questa malattia. È un esperimento unico in Europa e finanziato con i fondi del Por Lazio 2016/20”.

“L’obiettivo – aggiunge e conclude – è quello di aiutare le persone malate di ludopatia attraverso la compagnia di un animale, in particolare del cane. I benefici di questa convivenza infatti sono provati a livello scientifico”.

(Il Faro online)