Seguici su

Cerca nel sito

Territo: “Dichiarazione di antifascismo? I veri problemi di Fiumicino sono altri”

“Sicurezza, voragini, rischio idrogeologico, mancanza di un ospedale, ponti a rischio caduta: questi sono i veri problemi del territorio”

Fiumicino – “Avendo partecipato al consiglio comunale di Fiumicino dell’11 giugno 2019, in veste di cittadino, ho avuto l’impressione di assistere ad un incontro di una vecchia sezione comunista partigiana, con i consiglieri di maggioranza che approvano una mozione ‘che impegna il Sindaco e la Giunta a non consentire agibilità politica a soggetti che fanno del razzismo e della discriminazione la loro prassi'”.

E’ quanto dichiara il portavoce di Fratelli d’Italia Fiumicino, Alessio Territo, che in un comunicato aggiunge: “Tale mozione in stile dittatoriale prevede che chiunque ‘chieda l’uso di uno spazio pubblico, sia esso un locale del Comune, una piazza o un marciapiede, dovrà firmare una dichiarazione in cui si impegna al rispetto dei principi antifascisti e antirazzisti’.

Noi FdI di Fiumicino, in qualità di esponenti di destra, ci troviamo nuovamente a denunciare questi atti anti-democratici e teniamo a precisare che la mozione approvata in consiglio comunale è in pieno contrasto con l’articolo 21 (libertà di espressione) della Costituzione Italiana.

Come già dichiarato in un comunicato del 23 gennaio 2019, ribadiamo nuovamente che, ad oggi, a Fiumicino non ci risultano episodi di aggressioni o forme di violenza di stampo nazi-fascista, né tantomeno gruppi di squadristi che imperversano liberamente ed impunemente sul territorio.

L’Amministrazione tira fuori argomentazioni di comodo solo per continuare a distogliere l’attenzione dei cittadini dai problemi reali che affliggono il territorio continuando a confermare la loro gestione fallimentare del comune.

Nel 2019 l’Amministrazione Montino, è talmente priva di argomentazioni serie, che dopo decenni dalla fine del periodo fascista, si preoccupa di esso o che non presenta nei giusti tempi le carte per ottenere un finanziamento regionale per un grave problema che attanaglia Fiumicino come l’erosione costiera.

Noi, Fratelli d’Italia di Fiumicino per Giorgia Meloni, pretendiamo che l’Amministrazione comunale si occupi pienamente e attentamente dei veri e molteplici problemi che affliggono il nostro territorio come: la sicurezza (come ogni stagione estiva siamo davanti ad un escalation di furti nelle abitazioni ed esercizi commerciali); spazi verdi abbandonati nel completo degrado; giovani abbandonati nei disagi e privi di centri di aggregazione (un esempio è il PalaFerzini); carenza idrica; rifiuti abbandonati ovunque; trasporti pubblici non funzionanti; rischio idrogeologico; voragini per le strade; piste ciclabili abbandonate all’incuria; aumento di consumo di droga tra i giovani; bullismo; bournout; mancanza di un ospedale pubblico; ponti con rischi caduta, ecc.

Concludo affermando che nel periodo del Fascismo Italiano oltre l’odio razziale da condannare fortemente, per la nostra amata Patria sono state create opere e fatte cose che ad oggi esistono (come opere architettoniche e infrastrutture, bonifica di ettari di terreni, monumenti, creazione dei parchi nazionali, costruzione di numerose dighe, ecc) che hanno dato splendore, onore e qualità alla nostra nazione”.

(Il Faro online)