Seguici su

Cerca nel sito

Le Rubriche di Il Faro Online - Animali

I benefici di avere una casetta per cani

Non va dimenticato inoltre che è preferibile tenere il più possibile un animale all’aria aperta.

Più informazioni su

La casetta per cani, quella che comunemente viene chiamata ‘cuccia da esterno’ non è sempre vista in maniera positiva. Molte persone pensano infatti che un animale venga lasciato fuori casa come una punizione, al freddo e alle intemperie, con solo una protezione in legno o in plastica per ripararsi da pioggia e freddo.

In realtà i motivi per cui si sceglie di dare al proprio amico una cuccia esterna possono essere diversi. Se da una parte c’è chi non vuole avere troppo pelo a giro per casa (magari per qualche tipo di allergia) molto spesso la ragione per la quale viene tenuto all’esterno è perché è, a tutti gli effetti, un cane da guardia. Infatti, anche se sono sempre più le persone che si portano Fido anche in spiaggia, non sono pochi gli animali che rimangono in casa per proteggerla dai nemici.

Non va dimenticato inoltre che è preferibile tenere il più possibile un animale all’aria aperta. Quindi la cuccia esterna, quando usata con coscienza e con i necessari comfort, gli è benefica e viene apprezzata dal cane più di quanto si possa immaginare. Il suo spazio diventa un territorio in cui sentirsi tranquillo, in cui si rifugia e da dove può tenere sotto controllo più o meno tutto. L’importante è che non sia una forma di punizione per lui e che il padrone presti attenzione a determinate condizioni.

Per esempio, è sempre necessario pensare a qual è la temperatura esterna alla quale sottoponiamo il nostro animale. Fuori non deve essere né troppo caldo, né tantomeno troppo freddo. Le temperature troppo alte e la diretta esposizione al sole non solo fanno male al nostro fedele amico, ma possono addirittura arrivare ad ucciderlo.

L’ideale quindi sarebbe costruire o posizionare la casetta da esterno in una zona ombreggiata e perlopiù ventilata. Una casetta che abbia quindi sia una porta di ingresso che una finestrella potrebbe risolvere senza troppi patemi d’animo questa problematica.

Un’altra accortezza della quale proprio non è possibile fare a meno è quella di posizionare una ciotola d’acqua all’ombra e all’interno della casetta, in modo che il cane possa dissetarsi ogni volta che vuole o che ne sente il bisogno. Solitamente tali casette sono progettate in modo da garantire uno spazio più che sufficiente per poter posizionare la ciotola all’interno.

Sarebbe anche sempre bene effettuare un’adeguata manutenzione della cuccia, poiché alcune schegge che si possono presentare all’interno o all’esterno della struttura potrebbero ferire anche gravemente l’animale. Buona norma, quindi, dotarsi di una levigatrice orbitale per legno per rendere più sicuro l’ambiente.

Quello che rende una casetta per cani una buona cuccia sono innanzitutto: a) la dimensione, che dev’essere tale da permettere al cane di alzarsi, girarsi e accomodarsi per tutta la sua lunghezza, b) la possibilità di alzare leggermente la cuccia dal terreno, in modo da evitare eventuali infiltrazioni d’acqua nel caso di pioggia battente, c) uno strato isolante che sia in grado di mantenere la cuccia fresca d’estate e abbastanza calda invece durante l’inverno e, infine, d) la scelta dei materiali e dei colori con i quali è stata costruita la cuccia.

Sì, anche la scelta dei colori è importante e spesso viene sottovalutata. Le tonalità eccessivamente scure infatti potranno attirare l’indesiderata luce del sole durante l’estate. I materiali in plastica invece non sono esattamente la scelta migliore sempre perché scaldano eccessivamente. Meglio quindi disporre di una cuccia che sia costruita ad esempio in legno e che sia sempre ben curata e levigata.

Più informazioni su