Seguici su

Cerca nel sito

Gli Alphakids della Stratos di Parco Leonardo, testimonial del diario “Don’t Stop Dancing”

Il brand del diario dei talenti della danza più famoso d'Italia sceglie la strepitosa crew di hip hop di Parco Leonardo

Più informazioni su

Fiumicino – Un diario scolastico per un ragazzo/a è un oggetto molto importante dove riversare gran parte delle proprie emozioni e pensieri nascosti durante la propria adolescenza e con il quale identificarsi secondo le proprie passioni. Così il recentissimo brand Don’t Stop Dancing ne ha ideato uno per gli appassionati e i professionisti della gloriosa arte che è la danza. Gli Alphakids della Stratos di Parco Leonardo sono testimonial del 1° Diario sulla Danza “Don’t Stop Dancing”

Ma partiamo dal principio capendo cos’è Don’t Stop Dancing? E chi c’è dietro tale brand? E’ un progetto artistico nato in sordina nel 2015 come pagina Facebook con la necessità di raccontare il mondo della danza e i suoi protagonisti. Nulla per ora nel mondo del web ne parla se non tale pagina social, oggi anche instagram, e il suo sito web ufficiale, www.dontstopdancing.it. Ma pare sia famosissimo nell’ambiente danza come veicolo per la diffusione di esperienze, gioie e difficoltà di quest’arte, rappresentando con foto e video l’eleganza del corpo del danzatore, attraverso frasi e racconti di vita vissuta, raccolte di storie ascoltate negli anni da ballerini professionisti del settore. “L’ importanza fondamentale è che tutti i “followers” ricevano sempre la verità, visiva e verbale, da parte del progetto”.

stratos2

Ogni giorno chi vive di danza si rispecchia in questo progetto e attraverso Don’t stop dancing comunica il proprio amore e la propria passione a chi si avvicina a questa disciplina per la prima volta e ha bisogno di conoscere cosa lo aspetta. Oppure chi l’ha praticata per anni e continua a ricordarla con immenso amore. Ecco, tutto questo è Don’t stop dancing! Come dice sul sito web “pillole d’amore nei confronti di un’arte che ci riempie la vita”.
Con la consapevolezza che in Italia ci sono circa un milione e mezzo di ragazzi in età scolare che praticano la danza in tutte le sue forme è nata la proposta di ideare un diario scolastico che possa coinvolgere tutti gli appassionati di danza per identificarsi giornalmente nelle frasi e nei racconti illustrati.

stratos3

Così sono nati 16 mesi di racconti, esperienze, foto, giornate si e giornate no, appunti, curiosità sulla danza. I contenuti sono semplicemente favolosi: 338 Mood of the day, 75 compleanni dei pionieri della danza e dei maggiori esponenti contempoanei, 12 mesi con pagine giornaliere, 4 mesi con pagine settimanali, 118 citazioni sulla danza, una selezione di 16 tra i più bei racconti pubblicati sulla pagina

Facebook Don’t Stop Dancing , 16 doppie pagine fotografiche con immagini inedite 18 adesivi Don’t Stop Dancing, 1 cruciverba semplice e divertente per scoprire i nomi dei ballerini, passi di danza, teatri ed altro. E poi loro, i prescelti, 6 testimonial straodinari: Cristina Amodio (ballerina classica di fama mondiale), Luca Paoloni (danzatore e coreografo Rai e Mediaset), Rachel Mossom (famosa ballerina di Contemporary Dance), Simone Ginanneschi (ballerino di moderno e contemporaneo e coreografo Mediaset), Luigi Swan ( ballerino di fama internazionale specializzato nella cultura Funk Style) ed infine i piccoli , ma già grandiosi, Alphakids, la prima crew Italiana nella storia a sfiorare il podio ai mondiali Hip Hop del 2018 in Arizona in categoria junior, classificandosi al 4º posto a soli 0,04 punti dal bronzo.

stratos4 bronzo

E’ questo e tanti altri premi e riconoscimenti italiani ed internazionali sono i motivi che hanno portato Don’t stop dancing a scegliere Filippo Castro, Giulia Folegnani, Gloria Della Seta, Leonardo Marmolejos, Beatrice Silla, Sara dello Margio, Bianca Galante e Aurore Milano alias Alphakids della Stratos ASDC di Parco Leonardo tra i 6 preziosissimi testimonial del 1° Diario sulla Danza.
Roberta Corradini, vice presidente Stratos, commenta:” Per noi e per loro ovviamente un grande orgoglio e una grandissima soddisfazione poter apparire su un diario che andrà nelle mani di tanti appassionati di questa meravigliosa arte che è la danza”.

Il diario prima in vendita presso le associazioni sportive dei testimonial e adesso anche on line su Amazon, sul sito ufficiale e in varie librerie scolastiche sta spopolando; la proposta pare inaspettatamente decollata, e sulla pagina facebook si può anche essere protagonisti facendosi una foto o un selfie con il diario dimostrando la propria passione.
E’ proprio il caso di concludere con il motto web della Don’t stop dancing: “La vita ha i suoi comandamenti. Il mio (loro) è la danza!!!”

Più informazioni su