Seguici su

Cerca nel sito

Appalti mense a Latina, vertice al Ministero tra sindacato Clas e società

Proseguono le incertezze sul futuro occupazionale degli oltre 100 lavoratori addetti presso le mense scolastiche

Latina – Si è svolto oggi l’incontro presso il Ministero del Lavoro tra il Sindacato Clas e la società Dussmann Service, dichiara Davide Favero Segretario Generale di Sindacato Clas “nelle more della procedura di cambio di appalto, abbiamo chiesto che la Dussmann Service si obblighi ad assumere tutto il personale alle stesse condizioni economiche e contrattuali, a far data dal 1° luglio 2019, data di subentro nella gestione dell’appalto, al fine di garantire il passaggio diretto ed immediato di tutti i lavoratori occupati nel predetto appalto, ai sensi e per gli effetti di quanto previsto dagli artt. 224 e ss. Del CCNL applicato”.

Di tutta risposta la Dussmann Service S.r.l. “ha confermando l’avvio del servizio da parte di Dussmann medesima con decorrenza dal 1° luglio 2019 precisando, altresì, di non avere l’elenco del personale interessato dal cambio di gestione, impedendo di fatto il corretto espletamento della procedura di cambio appalto”.

La società subentrante, in ogni caso, ha dichiarato che, “verificati gli aventi diritto al cambio di gestione, saranno mantenuti i livelli occupazioni, precisando che l’assunzione dei lavoratori aventi diritto al cambio di gestione non potrà avvenire con decorrenza dal 1° luglio 2019 ribadendo di non aver ricevuto gli elenchi del personale occupato da parte della Coop. Solidarietà e Lavoro” ma che comunque “Dussmann Service S.r.l. adotterà tutte le misure necessarie per garantire il servizio affidatogli”.

Conclude il Segretario Favero “il Sindacato Clas, preso atto della dichiarazione di Dussmann Service S.r.l., al solo fine di salvaguardare tutti i livelli occupazionali, si rende disponibile al prosieguo dell’espletamento della procedura di cambio di gestione d’appalto chiedendo all’Ispettorato Territoriale del Lavoro di essere formalmente convocate per la data del 22 luglio 2019.

(Il Faro online)