Seguici su

Cerca nel sito

Un Bagnino per La Vita, gara in mare per il Bambin Gesù di Palidoro foto

Una gara in pattino per i bagnini di Fregene e Maccarese. Un’auto per gli spostamenti dei bimbi con difficoltà motorie, l’obiettivo del Memorial dedicato ad Adolfo Carta

Fiumicino – Il sorriso e la forza di Adolfo continuano ad aleggiare nell’aria, in ogni parola, gesto e momento e a rinnovarsi nella vita che cresce, avanza ed evolve verso il futuro nel tentativo di non lasciare indietro nessuno, soprattutto i più fragili.

L’obiettivo di Sevi della famiglia Carta con la manifestazione di quest’anno, era l’acquisto di un’auto speciale per gli spostamenti dei bimbi con difficoltà motorie, ospiti della struttura ospedaliera e Casa Ronald.

Il Bambin Gesù di Palidoro rappresenta un’eccellenza della nostra terra, grande motivo di orgoglio, e a darne conferma le parole emozionate rivolte soprattutto ai bambini del Dottor Andrea Campana, primario del reparto di Pediatria dell’Ospedale, intervenuto per portare il saluto e i ringraziamenti dell’OBG.

A portare sul palco il saluto e i ringraziamenti dell’amministrazione, che da anni riconosce al Memorial il patrocinio gratuito per la portata sociale dell’evento, l’assessore Paolo Calicchio presente a diverse edizioni della manifestazione che ha inoltre ricordato e rinnovato l’impegno profuso dal sindaco Montino per l’ampliamento della struttura ospedaliera. Un grazie di cuore anche alla presidente Alessandra Vona che nonostante un impegno in concomitanza ha sfidato il traffico per passare a portare il saluto dell’intero Consiglio Comunale e alla consigliera Paola Magionesi presente sulla spiaggia e che come me è rappresentanza di questa bellissima parte di città.

La gara di salvataggio ha visto sfidarsi quest’anno Fregene e Maccarese ed a spuntarla è stato stavolta Andrea Sassaroli del Gilda On The Beach di Fregene al quale va la simbolica palma di Spiaggia Sicura 2019, che ha preceduto rispettivamente Singh Surwinder dell’Isola di Maccarese e Gianni Brugnoli dell’Ancora.

A sfidarsi in una gara simbolica di sola voga anche Alessandro Petaccia (classe 66) e Francesco Carta e in una staffetta padri verso figli Alessio e Cristiano Carta e Leonardo e Emanuele Leurini, sfida in cui la giovane età dei figli ha avuto la meglio sull’esperienza dei papà.

È stato proprio Cristiano Carta, neobagnino fresco di brevetto a soli 16 anni (in ricordo di nonno Adolfo) a regalare le emozioni più belle partecipando anche alla gara ufficiale di salvataggio con frazione di nuoto e voga che ha concluso in poco più di 6 minuti.

Simbolo della vita che si rinnova questa nona edizione dell’evento che ha ricordato come sempre l’impegno e il coraggio anche dei bagnini che ci hanno lasciato come Andrea Mannocci premiato anche quest’anno con una targa consegnata alla famiglia. A lui e agli altri bagnini che hanno perso la vita in mare ha dedicato le sue parole Sandro Carta invitando tutti alla prudenza necessaria per un amico insidioso come il mare del quale è necessario avere il giusto rispetto.

Un grazie di cuore anche alla simpatia di Willy Paglialunga che ha fatto divertire i bambini e mi ha fatto da spalla con la sua simpatia nella presentazione dell’evento, a Stefano e Fasella Ella Faez che hanno accompagnato l’evento con la loro musica e ai fratelli Henry Hernandez e David che hanno animato la parte finale della serata.

Il grazie enorme nelle parole di Sevi Colombo a nome di tutta la famiglia a tutto il fantastico staff dell’Ancora che ha supportato l’evento dopo una domenica di fuoco col sorriso e con lo spirito che ormai da nove anni caratterizzano la serata del 30 giugno e che anche le tantissime persone presenti sulla spiaggia hanno fatto loro.

Solidarietà anche a distanza con le foto delle maglie rosse indossate in riva al mare in Sardegna e arrivate via Facebook da Ornella Meloni, Giuseppe Simula e Giuseppe Motzo.

Ed ora al lavoro per il prossimo Memorial che vedrà la grande festa dei dieci anni della manifestazione dedicata ai bambini e a quella persona meravigliosa che è stata Adolfo Carta.

(Il Faro on line)