Seguici su

Cerca nel sito

Ostia, aria irrespirabile per rifiuti e percolato

Il caldo amplifica la puzza che emerge dai rifiuti abbandonati. Il caso del percolato a ridosso dei campi sportivi e del tritovagliatore

Ostia – Colpa del caldo torrido. Ma anche dei rifiuti che non vengono raccolti e del percolato che viene rilasciato da cassonetti e compattatori.

Ostia

L’aria è irrespirabile in molti punti della cittadina turistica. L’aumento della produzione dei rifiuti conseguente all’affollamento delle spiagge e la difficoltà operativa nella raccolta, sono bombe igienico-sanitarie che hanno nella puzza il primo campanello d’allarme. Sgradevole e pessimo biglietto da visita.

Lo sanno bene i residenti delle case che si trovano a ridosso degli impianti sportivi dell’Ostia Mare, in piazza Bottero, e i frequentatori stessi dei campi da calcio. Come mostrato dal video inquietante girato da una mamma, i compattatori vengono lasciati in sosta sotto al sole cocente, liberi di rilasciare il percolato sulla strada. Pozze di liquido maleodorante ristagnano richiamando insetti e rendendo l’aria irrespirabile.

Nella zona di Ostia Antica, poi, l’allarme riguardo all’intensificazione del lavoro del tritovagliatore nel Centro Ama di via Charles Lenormant, rilancia la paura che l’arrivo di circa 300 tonnellate di rifiuti al giorno renda impossibile la vita dei residenti e degli automobilisti incolonnati dietro alla teoria di compattatori.

A tal proposito è ferma la presa di posizione di Monica Picca, capogruppo della Lega nel X Municipio. “Per l’ennesima volta Roma cade in emergenza rifiuti e di nuovo la giunta grillina vuole usare il X Municipio come discarica, aprendo nuovamente alla possibilità di mettere in funzione il tritovagliatore in viale dei Romagnoli, ad Ostia Antica – denuncia Picca – Non possiamo accettare che la Raggi usi il nostro Municipio a proprio piacimento, ricordandosi di noi solo quando ha bisogno di scaricare sul nostro territorio rifiuti ed errori della sua giunta; il tutto in accordo con la Presidente del X Municipio. Ribadiamo ancora che prima di prendere in considerazione Ostia Antica come discarica si devono cercare altre soluzioni che siano più consone e non lesive di un territorio che, se fosse valorizzato turisticamente, rappresenterebbe una immensa risorsa per tutta Roma“.

TRITOVAGLIATORE

Riteniamo doveroso, qualora questa amministrazione continui a non interessarsi della situazione del nostro Municipio, che prima di mettere in funzione il tritovagliatore venissero pubblicati i risultati delle analisi sui rischi batteriologici e di inquinamento delle falde acquifere presenti nella zona interessata, in modo che sia salvaguardata la salute dei cittadini delle zone limitrofe, dei lavoratori all’interno dello stabilimento AMA e dei canali d’acqua circostanti” conclude Monica Picca.