Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Rifiuti a Roma, Panunzi: “Raggi risolva una volta per tutte la situazione”

Per il Consigliere regionale, l'ordinanza firmata da Zingaretti è un atto di solidarietà alla Capitale. Ma critica l'Amministrazione per la gestione del problema

Più informazioni su

Roma -“Solidali con Roma, ma l’amministrazione Raggi risolva una volta per tutte questa situazione”. Lo afferma il consigliere regionale Enrico Panunzi (Pd), in seguito all’ordinanza firmata dal presidente Nicola Zingaretti che impone regole e tempi al Campidoglio per far rientrare l’emergenza dei rifiuti, con la collaborazione dei vari territori del Lazio.

“C’è qualcuno che ha rilasciato dichiarazioni senza sapere di cosa stesse parlando – prosegue –  occorre fare chiarezza. Il tmb  (trattamento meccanico biologico dei rifiuti) di Casale Bussi ha un limite di 215mila tonnellate all’anno.

L’impianto già riceve un quota minima di rifiuti provenienti dalla Capitale. A seguito dell’ordinanza, questa quota è incrementata di poco ed è pari a due conferimenti settimanali aggiuntivi.

Il limite di 215mila tonnellate, con questi conferimenti in più, non sarà assolutamente raggiunto. Viterbo non sarà sommersa dai rifiuti. Ma se il gioco è quello di spararla più grossa, allora questo è un altro discorso”.

Panunzi definisce un atto di solidarietà quello del presidente Zingaretti. “Roma è il capoluogo di regione, la capitale d’Italia e una delle città più visitate al mondo – conclude il consigliere regionale – La Regione Lazio non poteva rimanere indifferente .

Fino ad oggi, non c’è stata da parte dell’amministrazione Raggi la volontà di risolvere in modo strutturale il problema, che è sfuggito di mano. E questo non è accettabile per l’amministrazione di una città, con un territorio vasto e 3 milioni di abitanti, che è ancora una volta costretta a chiedere aiuto all’esterno, perché non ha impianti propri. Roma deve diventare autonoma e chiudere il ciclo dei rifiuti nel proprio comune”.

(Il Faro online)

Più informazioni su