Seguici su

Cerca nel sito

Universiadi, il Setterosa universitario è d’argento contro l’Ungheria

Bestia nera storica per la Nazionale femminile di Martina Miceli. Gli Azzurri in finale con gli Stati Uniti. Anche per loro sarà comunque medaglia

Il Faro on line – Niente da fare per l’Italia di Martina Miceli sconfitta 8-7 (3-3, 2-1, 2-1, 1-2)  in finale da un’Ungheria apparsa superiore fisicamente e meno stanca dopo le otto partite giocate in dieci giorni.

Restano comunque la compattezza, la grinta e la determinazione di una nazionale che ha esaltato il pubblico della rinnovata Scandone, per un argento quanto mai meritato e che corona un gran percorso nella 30esima Universiade.

Il match gira in favore delle ungheresi tra la fine del terzo e l’inizio del quarto tempo: Kiss para a Ranalli il rigore del possibile 6-6; poi le magiare scappano sul determinante 8-5 con gli squilli di Gemes ed Hertzka. Cocchiere e Millo riportano in scia le azzurre a settanta secondi dalla conclusione ma l’Ungheria difende bene nell’ultimo minuto che si chiude con il tiro della disperazione di Sparano parato dalla collega Kiss.

Per l’Italia, che pagano anche il 3/15 in superiorità numerica, a segno con una doppietta Centanni, Cocchiere e Millo e una volta Storai.

Il torneo del Settebello Universitario

Azzurri per il trionfo contro gli Stati Uniti. Anche la selezione maschile accede alla finale per l’oro della 30esima Universiade, nella quale incontrerà gli Usa che si sono imposti 12-9 sull’Ungheria. La nazionale guidata da Alberto Angelini ha superato 14-6 (4-1, 3-2, 3-0, 4-3) la Russia che aveva chiuso al secondo posto il girone A ed eliminato ai quarti l’Australia. Match mai in discussione con l’Italia, trascinata dalla quaterna di Cannella e dalla tripletta di Alesiani, avanti 7-3 all’intervallo e poi, proprio con i gol in sequenza di Cannella e la doppietta di Alesiani 10-3 dopo tre quarti di gara.

Torneo femminile

Finale – sabato 13 luglio

Italia-Ungheria 7-8

Italia: Sparano, Ioannou, Gottardo, Cuzzupè, Ranalli, Millo 2, Borg, Di Claudio, Repetto, Storai 1, Centanni 2, Cocchiere 2, Malara. All. Miceli.

Ungheria: Kiss, Brezovski 1, Farkas, Gerendas, Hertzka 2, Kovesdi, Gemes 2, Garda 3 (1 rig.), Huszti, Mucsy, Kuna, Mathe, Lekrinszki. All. Mihok.

Arbitri: Daskalopoulou (Gre) e Rakovic (Srb)

Note: parziali 3-3, 1-2, 1-2, 2-1. Uscite per limite di falli Repetto (I) nel terzo tempo, Farkas (U), Huszti (U) e Mathe (U) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Italia 3/15 + un rigore e Ungheria 4/10 + un rigore. Kiss (U) para un rigore a Ranalli nel terzo tempo.

Torneo maschile

Semifinale – sabato 13 luglio

Italia-Russia 14-6

Italia: Pellegrini, Del Basso 1, Cannella 4 (1 rig.), Spione 1, Panerai 1, Campopiano, Guidi, Bruni 1, Alesiani 3, M. Di Martire 2 (1 rig.), Novara 1, Esposito, Massaro. All. Angelini.Russia: Statsenko, Suchkov, Vasilev, Dereviankin, Koptsev, Kharkov, Merkulov 2, Usov, Bychkov 3 (1 rig.), Krug, Gusarov, Zinnurov 1, Chirkov. All. Evstigneev

Arbitri: Buch (Esp) e Matache (Rou).

Note: 4-1, 3-2, 3-0, 4-3. Usciti per limite di falli Usov (R) nel secondo tempo, Vasilev (R) nel terzo tempo, Panerai (I), Dereviankin (R), Del Basso (I), Guidi ed Esposito nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Italia 4/10 + 2 rigori e Russia 4/16 + un rigore.

Fonte e foto : federnuoto.it