Seguici su

Cerca nel sito

Ardea, successo di pubblico al Museo Manzù in occasione della seconda tappa del VI Festival “domus Danae”

Il 19 luglio si replica presso la sede dell'Associazione culturale. Ecco il programma della terza tappa del Festival

Ardea – Grandissima partecipazione il 7 luglio presso il Museo Manzù per il secondo appuntamento del VI Festival domus Danae. L’evento è stato organizzato dal Polo Museale del Lazio, l’istituto del Ministero dei Beni culturali che gestisce 46 musei dislocati nella nostra regione.

In particolare l’iniziativa era all’interno del progetto Art City, che ha come obiettivo proprio l’organizzazione di iniziative culturali all’interno dei musei del Lazio e che dal 27 giugno al 16 settembre ha creato un bellissimo calendario di eventi culturali a Roma e in tutta la regione.

Commenta Dario Volante, che si è molto attivato per rendere possibile l’iniziativa inserendola inoltre all’interno del VI Festival: “Grazie al lavoro del Centro di Cultura domus Danae, anche Ardea è stata inserita in un grande progetto regionale come Art City e il Museo Manzù ha potuto ospitare una bellissima iniziativa di alto livello artistico. È solo aprendosi ad iniziative di livello come questa che il Museo Manzù può essere valorizzato e continuare ad essere un centro artistico di primo piano nel nostro territorio. Un sentito grazie alla direttrice del Museo, Maria Giuseppina Di Monte, per la sua attiva collaborazione”.

La serata è iniziata con un seminario d’arte su Giotto, tenuto dall’esperto d’arte Mario Lupini e si è conclusa con l’applauditissimo concerto degli Apeiron Sax Quartet, un quartetto di sassofoni molto conosciuto in zona i cui componenti provengono tutti dal Conservatorio di Latina. Davanti ad una sala piena di gente, la formazione, che vanta una carriera quasi ventennale e che ha al suo attivo concerti anche in Germania, Francia e Tailandia, si è presentata con un programma che ha fatto fare a tutti un vero e proprio viaggio musicale dal 600 ai giorni nostri, spaziando dal barocco alla musica contemporanea, dal jazz alla musica etnica, dall’opera alle colonne sonore. Conclude Dario Volante: “il festival domus Danae sempre più sta uscendo dai confini del nostro territorio e si sta guadagnando la fiducia di importanti istituzioni come ad esempio il Polo Museale del Lazio. Questa novità è importantissima e speriamo che in futuro porti a nuove collaborazioni che possano valorizzare un grande territorio come il nostro, che però ha carenza di iniziative culturali di livello.”

Prossimo evento 19 luglio

Il prossimo appuntamento del festival sarà invece il venerdì 19 luglio presso la villa “domus Danae”. Alle 19.00 si inizierà con un seminario d’arte incentrato sulla pittura del 900, a cura di Mario Lupini e una mostra personale di Mary Pappalardo.

Alle 19.45 la presentazione del libro 20.45 di Maria Giuseppina Di Monte. L’appuntamento si concluderà alle 20.30 con il concerto di Shining Quartet, una formazione composta da violino, clarinetto, violoncello e chitarra e che proporrà un repertorio di brani di musica popolare, klezmer e colonne sonore.

Tutte le info sulla gruppo FacebookCentro di cultura Domus Danae”.