Seguici su

Cerca nel sito

Jazzflirt festival, a Formia al via il secondo appuntamento

Sul palco di Formia, saliranno i 15 componenti dell'Orchestra Giovanile di Jazz di Roma della scuola popolare di musica di Testaccio.

Formia – Dopo il primo concerto della rassegna, domenica 21 luglio, sul palco dell’area archeologica Caposele, a Formia, saliranno i quindici componenti dell’Orchestra Giovanile di Jazz di Roma della scuola popolare di musica di Testaccio.

Con la direzione del M° Mario Raja presenteranno un progetto specifico dedicato alle musiche di Duke Ellington scelte e arrangiate appositamente dallo stesso direttore per questo organico.

Un progetto che nasce nel 2018 per iniziativa della Scuola Popolare di Musica di Testaccio che, dopo aver indetto un bando cittadino, ha selezionato 14 giovani musicisti.

Nel corso del 2018 l’Orchestra si è esibita all’interno delle attività concertistiche promosse dalla Scuola Popolare di Musica di Testaccio: “Musica & Musica” (sala concerti spmt), “Viva la Musica” (Teatro Vascello), “Le Vie del Jazz” (Teatro di Villa Pamphili ed Auditorium E.Morricone dell’Università Roma 2 di Torvergata).

L’Orchestra ha dimostrato buone doti di capacità esecutive ed interpretative esibendosi anche in locali e jazz-club capitolini.

Il progetto intende collocarsi come punto di riferimento anche professionale dei giovani musicisti romani consolidandosi come punto di orgoglio della regione e della città di Roma.

La formazione è composta da: voce, clarinetto, sei sassofoni, due trombe, un trombone, chitarra, pianoforte, contrabbasso e batteria.

Il concerto sarà preceduto da un breve open act del DAB trio (Dario D’Abrosca – Sax Tenore / Tastiera – Ivan D’Abrosca – Basso Elettrico – Rodrigo Bastoni – Batteria), formazione locale che si focalizza sulla produzione di brani originali con l’ausilio dell’effettistica e della registrazione estemporanea mediante loop station.

Prossimi appuntamenti, sabato 27 luglio a Itri, al Museo del Brigantaggio, l’atteso concerto del trio della sassofonista ginevrina Maria Grand, alla testa del suo eccezionale trio tutto al femminile, con Linda Oh al contrabbasso (libera da impegni con il quartetto di Pat Metheny) e la formidabile batterista Savannah Harris.

Chiusura in grande stile domenica 28 luglio a Formia, con una delle voci più incantevoli del panorama italiano e internazionale: Greta Panettieri.

Anche questo concerto sarà preceduto da un breve open act del Gymnasium quartet, altra formazione locale.

(Il Faro on line)