Seguici su

Cerca nel sito

Niente fondi alle scuole, Zotta replica a Montino: “Specula su argomenti già risolti”

La delegata alle scuole: "La giunta di Fiumicino ha interrotto i rapporti con Città Metropolitana"

Più informazioni su

Roma – “Desolante come certi amministratori possano speculare su argomenti in via di risoluzione e altri già risolti. Il Sindaco di Fiumicino, come altri del resto, approfittano dei mesi estivi per cercare visibilità, loro si alle spalle degli studenti e delle famiglie, umiliando i Dirigenti scolastici che con grande spirito di collaborazione cercano assieme a noi di risolvere problemi e non fare i censori senza senso dalle scrivanie degli uffici”.

Lo dichiara il Vice Sindaco e Delegata alle Scuole di Città metropolitana Roma, Teresa Maria Zotta, replicando alle dichiarazioni del primo cittadino di Fiumicino (leggi qui). E aggiunge: “In questo preciso istante sono nella sede di Via Ribotta proprio con un Dirigente scolastico di una scuola di Fiumicino, perché credo che il confronto sia migliore delle polemiche sterili di questi giorni”.

“Mi spiace sottolineare che quasi un anno fa era stata avviata una collaborazione con alcuni membri della giunta Montino, che nel corso del tempo, non so per quale ragione hanno interrotto l’interlocuzione con Città metropolitana. A noi non è rimasto che andare avanti e risolvere i problemi delle aule, come è nostro dovere fare con la consapevolezza che evidentemente la giunta di Fiumicino non ha riferito al proprio sindaco le risultanze dei numerosi incontri che il vice Sindaco e l’assessore alle scuole del Comune hanno avuto con Città metropolitana. Sarà nostra cura avviare rapporti diretti con il Sindaco, confidando sempre nei corretti rapporti istituzionali. Nel frattempo penso a lavorare e non a generare polemiche inutili”.

E sulla lettera dei sindacati: “Superata la perplessità iniziale per tutta la polemica di questi giorni sull’allarme arredi nelle scuole superiori di Città metropolitana, sono stupita per il fatto che una lettera preventiva che segue quelle simili degli anni scorsi, abbia creato tutto questo scalpore. A qualcuno sfugge la strumentalizzazione che viene usata per salire agli onori della cronaca ed avere quella visibilità, che cerca chi è a corto di argomenti. E’ avvilente dover puntualizzare che Città metropolitana di Roma non potendo programmare il proprio bilancio, viene messa alla berlina mortificando prima di tutto i dipendenti e con il solo obiettivo di colpire chi la rappresenta”.

“Esiste, purtroppo una Legge che ha stravolto le competenze dell’Ente e l’esercizio amministrativo e democratico di cui nessuno parla. Per questo lavoriamo attraverso variazioni di bilancio che ci consentono di affrontare e risolvere problemi di nostra competenza. Questa situazione dura da quasi cinque anni e già dal giorno dopo la riforma Del Rio si protrae questa situazione, ma solo quest’anno fa scatenare una polemica infinita, senza senso“, aggiunge Zotta.

“Ragazzi costretti a stare seduti sul pavimento a scuola non ne ho mai visti, forse in occasione di occupazioni, nelle quali siamo intervenuti a ripristinare una situazione di normalità. Capisco che questo non fa notizia, ma noi abbiamo il dovere di lavorare per i cittadini, anche in maniera silenziosa”, prosegue la vicesindaco.

“Comprendo, inoltre, che ogni estate debba esserci un tormentone per riempire le prime pagine dei giornali e i titoli dei sommari televisivi, ma credo altresì che sarebbe bastato interpellarci per scoprire che tutto questo era un fumo di paglia – fa notare -. Forse abbiamo peccato di eccessivo zelo, di troppa trasparenza e onestà verso i Dirigenti scolastici, che ascoltiamo quotidianamente e che cerchiamo di aiutare nonostante un bilancio ridotto all’osso”.

“Invito tutti alla responsabilità e se qualcuno vorrà seguire le nostre iniziative a riguardo, saremo a disposizione, insieme con gli uffici competenti, sempre, anche quando gli altri saranno in ferie”, conclude.

(Il Faro online)

Più informazioni su