Seguici su

Cerca nel sito

Presidio antincendio boschivo a Ventotene, Pernarella: “Il Sindaco agisca con coerenza”

Pernarella: "Il Comune rinuncerebbe al presidio Anti Incendio Boschivo a causa di una manifestazione musicale che occupa i locali usati dai Vigili del Fuoco."

Ventotene – “Stentiamo a crederlo e attendiamo una formale smentita ma il Comune di Ventotene starebbe per rinunciare al Presidio Anti Incendio Boschivo dei Vigili del Fuoco previsto sull’isola dal 15 Luglio al 20 Agosto.

E non, come riportato dalla stampa locale, perché la sede usuale sarebbe occupata da un campo estivo per bambini, e quella alternativa necessitante di interventi strutturali a seguito di un incendio all’inizio del mese di giugno, bensì a causa di una ‘concomitante manifestazione musicale che occuperà i locali tradizionalmente utilizzati’ dai Vigili del Fuoco“.

A renderlo noto, così come appreso da una comunicazione inviata dall’Agenzia Regionale di Protezione Civile al Prefetto di Latina e al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, è Gaia Pernarella, consigliera regionale del Movimento 5 Stelle, che già un anno fa si era battuta, ed era riuscita a ottenere, un presidio estivo anti incendio per l’isola nel corso della seduta di bilancio del 2018.

“Abbiamo ancora negli occhi quanto avvenuto nel Lazio nel 2017 e – ricorda Pernarella -, non possiamo dimenticare l’incendio che nell’ottobre di quell’anno, sostenuto dal vento di Levante, sconvolse l’ “isola verde” per quattro ore, distruggendo tre ettari di vegetazione a Cala Battaglia, lambendo abitazioni e alberghi. O quanto accaduto l’anno successivo sull’isola di Santo Stefano e, poi, qualche mese fa a Parata Grande.

Anche in virtù di questi eventi – aggiunge la Consigliera 5 Stelle -, delle difficoltà di un intervento aereo in presenza di forte vento, abbiamo insistito per questo presidio che nei mesi più affollati dell’anno garantisce tranquillità e sicurezza a cittadini e turisti, oltre una serie di servizi tesi allo stesso fine.

Quella sicurezza – conclude Pernarella -, che un Sindaco deve avere come priorità del proprio operato e che auspichiamo gli permetta di trovare la soluzione più idonea così garantendo anche quest’anno il presidio AIB“.

(Il Faro on line)