Seguici su

Cerca nel sito

Artcity 2019 approda a Formia, Minturno e Sperlonga: appuntamento nei musei e siti archeologici foto

Ad inaugurare la rassegna, sarà lo spettacolo "L'isola di Arturo" di Elsa Morante con Iaia Forte,al Museo Archeologico Nazionale di Formia.

Formia, Minturno e Sperlonga – Avvicinare le persone ai musei e ai siti archeologici attraverso la letteratura e il teatro. È questo l’obiettivo di Artcity 2019, organizzato dal Polo Museale del Lazio, e che coinvolgerà anche la provincia di Latina attraverso i Musei Archeologici di Formia e Sperlonga e il Comprensorio Archeologico di Minturnae.

Luogo, quest’ultimo, dove martedì mattina si è svolta la conferenza stampa di presentazione del progetto, alla presenza del Polo Museale del Lazio, Edith Gabrielli, dei sindaci di Formia e Minturno, Paola Villa e Gerardo Stefanelli e dalla curatrice della rassegna Marina Cogotti – oltre ai rispettivi assessori alla Cultura Carmina Trillino e Mimma Nuzzo.-

Dieci in tutto gli appuntamenti, che prenderanno il via il 19 luglio e dureranno fino al 24 agosto. Ad inaugurare la rassegna, invece, sarà lo spettacolo “L’isola di Arturo” di Elsa Morante con Iaia Forte  e la collaborazione drammaturgica di Carlotta Corradi, che si terrà al Museo Archeologico Nazionale di Formia, proprio durante la notte bianca.

Procida, nel romanzo di Elsa Morante, è come l’anima di Arturo, un luogo incantato e innocente, che verrà abbandonato dal protagonista nell’età in cui si abbandona la propria infanzia. L’Isola e Arturo sono quindi lo stesso corpo, selvatico e denso, sono l’infanzia e l’innocenza e il romanzo racconta magnificamente quel “rito di passaggio” da un’età all’altra, così traumatico per tutti noi. Ho deciso di lavorare su questo romanzo per il piacere di comunicare una lingua così bella, e per passare del tempo in compagnia di “Quell’isola”, di quel tempo perduto, che è per tutti noi, il nutrimento più vitale dell’immaginazione.

La rassegna “Mediterranea” è dedicata alle parole e ai suoni del Mediterraneo: culla comune e veicolo di scambio e contaminazione di culture diverse nella quale miti e storie si intrecciano da sempre a musiche eredi di lunghe tradizioni, come quella napoletana, salentina o magrebina.

Insieme agli artisti d’accezione che daranno vita a questa rassegna, saranno infatti protagonisti gli scenari unici del sito archeologico di Sperlonga, del teatro romano di Minturno e il piccolo e prezioso scrigno del museo archeologico di Formia.

I successivi appuntamenti di “Mediterranea” proseguono sabato 20 luglio a Minturno con il concerto “Acustic World” di Enzo Avitabile insieme a Gianluigi Di Fenz alla chitarra e Emidio Ausiell alle percussioni.

Domenica 21 luglio a Sperlonga, sarà la volta dello spettacolo “L’Oracolo di Fauno, fantasia scenica sui miti del Lazio antico” che ripropone le leggende celebrate da Virgilio nell’Eneide. Si proseguirà sabato 27 luglio a Minturno con la Med Free Orchestra, un caleidoscopico e multietnico ensemble musicale, e il sabato successivo, 3 agosto, con un omaggio della Solis String Quartet alla poesia e alla musica di Franco Califano interpretate in chiave femminile anche dalla voce di Claudia Gerini.

Domenica 4 agosto toccherà a Fiorenzo Pascalucci e Davide Alogna con “Mozart. Sonate per piano e violino” e, sabato 10 agosto, il Canzoniere grecanico salentino porterà a Minturno lo spettacolo “Lecce incontra New York“, una splendida fusione di stili e influenze in cui gli strumenti della tradizione fiorentina si prestano a un sound moderno e contemporaneo.

L’appuntamento successivo sarà con James Senese Napoli Centrale, sabato 17 agosto, per lo spettacolo “Aspettanno o’ tiempo”, l’ultimo lavoro dell’artista partenopeo che lo consacra uno dei più grandi musicisti italiani degli ultimi 50 anni.  Giovedì 22 agosto saranno invece protagoniste le “musiche arabe e gitane dal Mar Mediterraneo” del Samih Mahjoubi Group, un ensemble unico che fonde oriente e occidente. A chiudere la rassegna, sabato 24 agosto al Teatro di Sperlonga, sarà il Prometeo del Teatro Mobile per la regia di Marcello Cava, un evento unico in forma di installazione artistico-teatrale sonora con un’appendice divulgativa e scientifica.

Informazioni per il pubblico e modalità di accesso:

Museo Archeologico Nazionale di Formia
Via Vitruvio, 184
04023 Formia LT
tel. +39 0771 770382

Biglietto: intero €4,00, agevolato €2,00

Saranno disponibili i servizi navetta del comune di Minturno e Formia.

Per le prenotazioni scrivere apm-laz.minturno@beniculturali.it.

È consentita la prenotazione, per un numero massimo di 4 posti, entro le ore 24 del giorno precedente lo spettacolo.

La mail di richiesta deve contenere Nome e Cognome del richiedente, recapito telefoniconumero di posti richiesti. La prenotazione è accettata previa mail di conferma. I biglietti devono essere ritirati entro le ore 20,30; dopo tale orario verranno resi disponibili per il pubblico in attesa.

(Il Faro on line)