Seguici su

Cerca nel sito

Farmacisti in aiuto, salute in India: Tra medicina e Ayurveda

Tullio Dariol: “Sosteniamo la salute in India, nel rispetto della cultura ma con grande determinazione"

La salute è un tema molto delicato e che sta davvero a cuore alla Onlus Farmacisti in aiuto che da oltre 13 anni sostiene progetti di solidarietà in Italia, India, Tanzania, Burkina Faso e Senegal proprio a tutela della salute e della sicurezza della popolazione.

“Il fatto di essere nati in seno alle Farmacie Comunali è forse uno degli aspetti che hanno maggiormente determinato la nostra attenzione, in molti casi per stessa vocazione professionale, al tema della Sanità. Argomento spinoso in quanto spesso ci siamo trovati di fronte a Sistemi Sanitari Nazionali praticamente inesistenti o comunque carenti sotto tanti punti di vista” – dichiara Tullio Dariol, presidente di Farmacisti in aiuto.

“Negli anni sono stati necessari interventi continui e costanti, talvolta radicali o rispondenti ad una emergenza. Così è nata, ad esempio, la campagna di vaccinazioni contro l’epatite B in Africa o ancora la sponsorizzazione di alcuni interventi straordinari”.

In Italia la Onlus collabora con l’Associazione Nazionale Piede Torto Congenito e promuove il fondo di solidarietà che sostiene le spese sanitarie per persone in difficoltà nel territorio del Comune di Fiumicino.

Un impegno che ci siamo sentiti di dover e voler prendere nei confronti di tante persone che anche in un Paese ricco come il nostro, se paragonato alle altre zone in cui interveniamo la salute è tutt’altro che scontata. Abbiamo deciso di sostenere, anche grazie al partenariato con uno studio dentistico e con un polo specialistico multifunzionale, visite mediche, esami diagnostici e visita odontoiatrica con igiene orale. I beneficiari vengono individuati dai nostri volontari; gli stessi che poi accompagnano e seguono il progetto fino alla conclusione della prestazione” – prosegue Dariol.

In India, dove la Onlus sostiene un dispensario medico-farmaceutico e garantisce le visite mediche periodiche dei bambini e delle bambine che vivono nelle aree di progetto, è molto diffusa la medicina Ayurvedica.

“Vale la pena fare alcune precisazioni – interviene Dariol – perché è proprio un recente documento dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) invita i governi a integrare le medicine tradizionali e non convenzionali, come l’ayurveda, nei sistemi sanitari nazionali.

L’Ayurveda è il più antico rimedio indiano per affrontare ogni tipo di malattia, sviluppatosi più di 3000 anni fa, e il trattamento previsto è lo stesso in tutto il paese. Gli ospedali ayurvedici sono diffusi ovunque, sia nel pubblico che nel privato. Si propone di trattare e integrare corpo, mente e spirito usando un approccio olistico completo, con una speciale enfasi su dieta, rimedi erboristici, esercizio fisico, meditazione, respirazione e terapia fisica. Si basa sulla convinzione che la salute e il benessere dipendano da un delicato equilibrio tra mente, corpo e spirito. Il suo fine è promuovere la buona salute più che combattere le malattie.

“Anche l’igiene, compreso il bagno regolare, la pulizia dei denti, la raschiatura della lingua, la cura della pelle e il lavaggio oculare sono una pratica centrale. Le terapie e le pratiche ayurvediche sono integrate in un quadro di benessere generale (approccio olistico) ma, attenzione, non escludono un utilizzo specificamente medico” specifica il presidente FIA che, continua “L’Ayurveda, infatti, è piuttosto uno stile di vita che definisce le abitudini alimentari, le pratiche meditative e prescrive medicinali a base di erbe in caso di malattia”.

5×1000 Per aiutarci. Per aiutare.

Per ulteriori informazioni sui progetti e sulle nostre attività, vi invitiamo a visitare il nostro sito web www.farmacistiinaiuto.org, la nostra pagina facebook FarmacistiinaiutoOnlus, la nostra pagina sul Quotidiano online “Il Faro”, a scrivere una email a segreteria@farmacistiinaiuto.org o contattare la nostra segreteria al numero 346-4360567

(Il Faro online)