Seguici su

Cerca nel sito

Rally di Roma, oltre le polemiche la competizione sportiva di domani foto

Sette prove speciali ad Ostia in un percorso già allestito e preparato. Anche il Campionato Europeo, insieme alle assegnazioni tricolori

Più informazioni su

Ostia – Mentre divampano le polemiche per i disagi  gravi che si sono susseguiti in questi giorni ad Ostia, per l’organizzazione e la preparazione del settimo Rally di Roma, ecco il lato sportivo che si mostra.

Quello che si svolgerà domani per tutta la giornata, è una delle tappe conclusive della stagione motoristica e quindi sensibile di assegnazione dei titoli tricolori. Daranno il meglio allora i piloti ad un passo dal mare per prendersi il primo gradino del podio. Con il Rally di Roma inizia il giro di boa per l’oro nazionale su quattro ruote e il Campionato Italiano si è ancora una volta mostrato competitivo e spettacolare.

Una gara nella gara o nelle gare. Non solo il Campionato Italiano, ma anche quello Europeo che vedrà svolgersi il suo quarto appuntamento e che, come lo scorso anno, ospiterà tantissimi equipaggi stranieri. Già da oggi ha preso il via la competizione, tra Roma e la Ciociaria. Approderà nel pomeriggio di domani ad Ostia la carovana del rally internazionale e già ponteggi, allestimenti, deviazioni, palchi e percorso hanno preso le strade del lungomare lidense. Ad Ostia si svolgeranno due Super Stage e poi la cerimonia di premiazione alle ore 18 al Pontile, con fronte mare e salsedine.

Complessivamente ci saranno sette prove speciali da affrontare. Due nella giornata di oggi e quattro per quella di domani 7,34 km, di 7,25 km, di 19,70 km e di 11,75 km. Con l’aggiunta della SPS di Ostia da percorrere due volte per un totale di 203 chilometri cronometrati. Il Villaggio dei Motori al Pontile sarà aperto fino alle 23 di domani : “Il Villaggio dei Motori vivrà della festante passione per il rally con la Super Special Stage Arena Aci Roma dalle ore 19:00 oltre a novità del mondo dei motori, simulatori di guida, simulatori di volo, attività sulla sicurezza stradale e tanto altro ancora”. Cita la pagina ufficiale Facebook dell’evento.

Questa la classifica al termine della prima tappa :

Giandomenico Basso (1)

Alexey Lukyanuk +36.3 (2)

Simone Campedelli +1’01.4 (3)

Filip Mareš Rally 1’07.6 (4)

Herczig Norbert 1’40.3 (5)

 

Più informazioni su