Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Erosione a Fregene, il M5S: “La spiaggia scompare e il Sindaco tace”

Pietrosanti: "Al prossimo Consiglio Comunale presenteremo una Question Time in cui chiediamo di chi sono le responsabilità per la perdita dei fondi regionali"

Fiumicino – “La stagione balneare è iniziata, e le luci dei riflettori sul problema dell’erosione costiera si sono spente. A quanto pare l’Amministrazione di Fiumicino deve aver dimenticato la catastrofica situazione del litorale a causa dei fenomeni erosivi, perché da mesi non si sentono parole, né tantomeno si vedono fatti”. Lo dichiara il Capogruppo del M5S Fiumicino, Ezio Pietrosanti.

“Ma nel frattempo la situazione peggiora di giorno in giorno, e la spiaggia di Fregene sud è ormai in ginocchio. Ormai possiamo dirlo senza scusanti: la gestione politica di Montino dell’erosione costiera è stata ed è tuttora fallimentare. Tante parole spese in campagna elettorale, tante promesse finite in un nulla di fatto”.

“Parte tutto con il famoso geotubo, promesso ai cittadini di Fregene e descritto come la panacea di tutti i mali del litorale, salvo poi rivelarsi all’atto pratico del tutto inutile. L’unica cosa che ha portato sono degli orrendi e pericolosi pali di acciaio che deturpano la nostra spiaggia. Non si può dimenticare la vergognosa bocciatura da parte del PD della proposta di Consiglio Comunale Straordinario sull’erosione, descritta come inutile e strumentale – prosegue Pietrosanti -. Ed ancora, il silenzio assoluto alla nostra richiesta di convocare l’Assessore regionale Alessandri. Il tutto completato dal tassello peggiore, ovvero l’aver perso i fondi regionali per dimenticanza da parte dell’Amministrazione (leggi qui)”.

“Noi però non ci fermiamo qui – conclude Pietrosanti – al prossimo Consiglio Comunale del 26 luglio presenteremo una Question Time in cui chiediamo di chi sono le responsabilità per la perdita dei fondi regionali, e cosa sta facendo il Comune ad oggi per contrastare l’erosione costiera. Basta nascondersi, è ora che Montino si prenda le sue responsabilità e risponda ai cittadini”.

(Il Faro online)