Seguici su

Cerca nel sito

Ostia, Monica Picca della Lega: “Fare luce su Tor San Michele”

Interrogazione in X Municipio e al Parlamento sull'oscura vicenda del restauro di Tor San Michele e sul degrado che la circonda

Ostia – Troppi punti oscuri e troppe discariche intorno a Tor San Michele. Per questo la Lega chiede di fare luce sui ritardi del restauro, sulle modalità d’esecuzione e sulla mancata sorveglianza nel rispetto di divieto di abbandono dei rifiuti intorno al monumento.

Sono questi gli obiettivi dell’interrogazione municipale proposta dalla capogruppo della Lega, Monica Picca, accompagnata anche a un’interrogazione parlamentare. Come raccontiamo in questo articolo, nei giorni scorsi c’è stato all’idroscalo, all’interno di Tor San Michele, un sopralluogo per l’avvio del cantiere di messa in sicurezza del monumento disegnato da Michelangelo Buonarroti.

Il Ministero per i Beni e le Attività culturali più di un anno fa aveva annunciato l’apertura della torre ad eventi e iniziative di promozione culturale affidando la gestione per un anno ad un’associazione scelta tra sette partecipanti ad un bando. Quell’associazione, però, non è mai entrata nella struttura perchè pericolosa. Per questo motivo il Ministero aveva stanziato fondi necessari per la messa in sicurezza e per le opere indispensabili per la sua fruibilità: impianto elettrico, impianto idrico, impianto fognario e infissi, in particolar modo. Anche di quell’appalto non si sa nulla, nè in termini di disponibilità economica nè di affidamento.

TORSANMICHELE1

Intanto intorno a Tor San Michele continuano a crescere le discariche di rifiuti. E le canne arrivano quasi a oscurarne la visuale. Così Picca chiede cosa intenda fare l’amministrazione comunale per restituire dignità e decoro al prezioso monumento.