Seguici su

Cerca nel sito

Alla “Rocca”, nel centro storico di Ardea, tre giorni dedicati alla “Sagra della Tellina”

Le date: Venerdì 26, Sabato 27 e Domenica 28 luglio

Ardea – Dopo il successo dell’Ardea Jazz, del trofeo Francesco Caratelli, nel Centro Storico di Ardea si svolgerà nei giorni di venerdì 26, sabato 27 e domenica 28 luglio, la sagra della tellina.(clicca qui per scarica il programma)

L’evento è organizzato da “Il comitato organizzativo Vivi Ardea“.

Venerdì 26 alle ore 18.00 avranno inizio i festeggiamenti, a cui seguirà una serata danzante. Sabato 27 andrà in scena lo spettacolo di  “Greg Rega” vincitore di “All togheter Now ” con la partecipazione di Alessandra Procacci. Domenica 28 concluderà la serata danzante  il complesso di “Mauro De Marchis Band“.

In tutte e tre le serate il menù sarà a base di telline locali, rastrellate nel più bel mare della costa tirrenica  rutula.  Nei vari stand gastronomici si potranno gustare i favolosi piatti di spaghetti alle telline o telline marinate, ad accompagnare le prelibatezze marinare, boccali di birra o vino.

A fare da cornice alle tre serate di festa, un parco giochi per i più piccini, e banchi di artigianato, dolci e tanto altro ancora.

Una festa diretta da “Vittorio“, personaggio locale molto conosciuto ad ardea quale migliori maestro organizzatore del territorio.

Sono nella memoria dei cittadini le mega feste patronali, dove partecipavano cantanti di grido e presentate da altrettanti presentatori che stavano all’epoca sulla cresta dell’onda. Il tutto nel meraviglioso “quadro” della Rocca di Ardea, sito storico della Cultura Rutula che ricordiamo vide i suoi natali prima ancora della vicina Città Eterna, Roma.

Una Rocca con le sue piazzette, i suoi vicoli, dove è incastonata una suggestiva scalinata che inizia dalla porta antica della Città per arrivare fino al palazzo del Comune.

Una scalinata che è un vero e proprio teatro a cielo aperto, visto gli eventi culturali che spesso ospita. Così come, le tante sculture di artisti famosi del castello Sforza Cesarini, mentre poco distanti dalle mura antiche della Rocca si può ammirare il famoso museo d’arte moderna del Maestro Giacomo Manzù, dove, in una tomba nello stesso giardino del museo e disegnata per l’occasione dal Celebre “Gottuso“, ad oggi riposano le spoglie del grande artista Rutulo conosciuto in tutto il mondo.

Ardea, un paese tutto da scoprire.

(Il Faro online)