Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Fiumicino, la mozione di Petrillo e Chierchia: “Implementare i treni sulla FL5”

I consiglieri: "Chiediamo anche di valutare l'aumento delle corse il sabato, ridotte del 20% rispetto agli orari feriali, e la domenica, ridotte del 50%"

Fiumicino – “Le corse della linea FL5 (Grosseto-Civitavecchia-Termini), che transita nelle due stazioni di Palidoro e Maccarese, vanno implementate”. È quanto richiesto con la mozione votata in Consiglio e firmata dai consiglieri della Lista civica Zingaretti Angelo Petrillo e Massimo Chierchia. La mozione è stata approvata all’unanimità.

“Come già fatto nei mesi scorsi dal sindaco Montino – aggiungono – si chiede al Presidente della Regione Lazio e all’Assessore regionale competente di considerare la suddetta linea cruciale per il collegamento sulla fascia tirrenica e di rivedere dunque la scelta di RFI di ridurne le corse nel periodo estivo. Questa tratta, infatti, serve due importanti stazioni del nostro territorio, Palidoro e Maccarese: la prima è anche la stazione a servizio di un Ospedale pediatrico d’eccellenza, il Bambin Gesù; la seconda è la stazione di riferimento di molti nostri pendolari, oltre che dei turisti che si recano nelle spiagge al nord del nostro territorio”.

“Chiediamo anche – proseguono Petrillo e Chierchia – di valutare l’aumento delle corse il sabato, ridotte del 20% rispetto agli orari feriali, e la domenica, ridotte del 50%, affinché le nostre località possano essere raggiunte via treno anche nei fine settimana, disincentivando così l’utilizzo del mezzo privato”.

“In futuro – concludono – sarà necessario mettere sul tavolo anche le problematiche delle tariffe aumentate e non eque per i pendolari della Città di Fiumicino, come sta denunciando da tempo anche la delegata del sindaco alla Mobilità sostenibile e ai Trasporti Sandra Felici, che ringraziamo. Inoltre l’amministrazione si sta impegnando affinché venga affidato il bando dei trasporti al più presto per collegare al meglio le nostre 14 località e le nostre stazioni con i luoghi di eccellenza a livello balneare, naturalistica, archeologica. Ma se non abbiamo collegamenti efficienti via treno con Roma, i turisti si troveranno difficoltà negli spostamenti”.

(Il Faro online)