Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Ostia, Pietro Malara (FdI) allerta baraccopoli: “Fenomeno incontrastato, pinete a rischio”

Dossier di Fratelli d'Italia sugli insediamenti abusivi nelle pinete. "Da un mese aspettiamo la convocazione di un consiglio municipale straordinario"

Ostia – Per le pinete la siccità di questi giorno è un acceleratore di fiamma e gli insediamenti abusivi di senzatetto sono un rischio gravissimo che non si può correre. “Nessuno, però, contrasta più il fenomeno“.

E’ la denuncia di Pietro Malara, capogruppo di Fratelli d’Italia in X Municipio che, insieme con Massimo Lucciola, membro del Direttivo X Municipio, sta raccogliendo un dossier di denuncia sul lassismo con il quale l’amministrazione locale affronta il tema. ”A due anni dal devastante incendio che ha distrutto più di 150 ettari di Pineta di Castelfusano, secondo solo a quello del 2000 in ordine di importanza ed estensione, le criticità sono rimaste le stesse – segnala Malara – Abbiamo presentato documenti, abbiamo chiesto spiegazioni e informazioni circa gli interventi da mettere in atto, ma ad oggi tutto tace. Le pinete continuano ad essere ‘abitate’, gli insediamenti abusivi sono numerosissimi e conseguentemente il rischio di incendi aumenta“.

Malara e Lucciola hanno effettuato ricognizioni e scattato fotografie inquietanti di baraccopoli nella pineta di Castelfusano, di insediamenti nel bosco di Mar Rosso e alle Acque Rosse, di alloggi di fortuna nel canneto dietro la zona industriale di Acilia-Dragona (questo è l’incendio scaturito da quell’accampamento). “Il 24 giugno abbiamo presentato una richiesta di Consiglio Straordinario su questo tema urgente e preoccupante – denuncia Malara – ma ancora non è stato calendarizzato. Evidentemente non si è ritenuto opportuno dare il giusto peso alla documentazione fotografica che abbiamo fornito, evidentemente le bombole del gas sparse nel sottobosco non destano preoccupazione, evidentemente le carcasse degli animali morti nei roghi non suscitano alcuna indignazione. Nell’attesa continueremo, come sempre, a vigilare”.

Una delle immagini del dossier di Fratelli d'Italia

Una delle immagini del dossier di Fratelli d’Italia

All’origine di tutto c’è anche un problema sociale che va affrontato per sistemare in luoghi sicuri gli “invisibili” che vivono in quelle condizioni disperate.