Seguici su

Cerca nel sito

Festa in discoteca ai mondiali di nuoto, crolla balconata a Gwangju, 2 morti e 10 feriti foto

Anche le atlete azzurre all’interno del locale, per loro nessuna conseguenza. La festa della pallanuoto femminile Usa era in corso. Alcune atlete americane hanno riportate gravi ferite

Il Faro on line – E’ finita in tragedia la festa della squadra di pallanuoto femminile degli Stati Uniti. Durante il party organizzato per il terzo titolo mondiale conquistato a Gwangju, è crollata parte della discoteca dove si stavano svolgendo i festeggiamenti.

Come riportato dai media della Corea del Sud, ci sarebbero dei feriti tra gli atleti presenti al Mondiale e alcuni  coreani avrebbero perso la vita. 2 morti e dieci feriti, questo sarebbe l’attuale bilancio del grave incidente accorso nel locale poco distante dal Villaggio degli atleti ospiti della competizione. All’interno del “Coyote Ugly”, questo il nome della discoteca, è avvenuto tutto intorno alle 2,30 del mattino, locali. Come riportano alcuni media del web, la parte crollata della discoteca sarebbe stata abusiva ed è franata sotto i piedi di centinaia di persone che stavano ballando. Terribile l’episodio accaduto e un grandissimo spavento con tragedia come epilogo.

Circa 400 i clienti presenti in quel momento nel locale. La caduta a oltre due metri di altezza ha quindi tolto la vita a due persone del posto e ferito altre. Tra cui otto atleti del Mondiale e due studenti. A quanto trapela, ci sarebbero state anche due atlete del Setterosa in quel momento nel locale (una di esse sarebbe Giulia La Cava. Anche infermiera. E ha subito prestato i primi soccorsi. Come indicato da Eurosport), senza conseguenze gravi. Come riporta La Repubblica, è andato peggio ad un giocatore americano di pallanuoto e a una tuffatrice americana, di cui non sono state rivelate le generalità. Sarebbe accorsa ad un intervento chirurgico: “Terribile la tragedia avvenuta”. Ha dichiarato Christopher Ramsey, allenatore della Nazionale di pallanuoto statunitense. “I nostri atleti stavano festeggiando il titolo mondiale delle ragazze quando il pavimento ha ceduto. I nostri pensieri vanno alle vittime e alle loro famiglie”. Ha proseguito il coach americano.

Il capitano della Nuova Zelanda, Matt Small ha commentato dopo la tragedia: “Stavamo ballando. Un minuto prima la festa di fine Mondiale e dopo cedeva il pavimento, è stato spaventoso”.

Come indica eurosport.it. il comunicato stampa della Federnuoto degli Stati Uniti ha precisato: “Kaleigh Gilchrist ha patito una profonda lacerazione alla gamba sinistra e ha subìto un intervento chirurgico. Paige Hauschild e Johnny Hooper hanno riportato ferite al braccio destro, per la prima, e alla mano sinistra, per la seconda. Ben Hallock se l’è cavata con alcune escoriazioni alle gambe.

A poche ore dalla tragedia, i sopravvissuti sono rientrati al Villaggio degli atleti. Il bilancio dei feriti è provvisorio. Nelle prossime ore si saprà di più.