Seguici su

Cerca nel sito

Ostia, La Lega: “Non si faccia un nuovo murales con soldi del Municipio”

Dopo le dichiarazioni della Presidenza del X Municipio di finanziare un nuovo murales cosiddetto della Legalità, La Lega chiede di bloccare l'iter "con fondi pubblici"

Ostia – Si impantana tra le polemiche la realizzazione con fondi interamente municipali di un nuovo murales della cosiddetta Legalità. La Lega, che già il 15 luglio aveva presentato un’interrogazione (rimasta senza risposta) sull’opera realizzata alla stazione Lido Nord, torna alla carica con una risoluzione da proporre al voto del Consiglio del X Municipio.

Com’è noto a Lido Nord si è realizzato un murales tra accuse, repliche e chiarimenti riguardo i suoi contenuti. In seguito alle polemiche la presidente del X Municipio Giuliana Di Pillo, ha diffuso questo comunicato stampa, nel quale annunciava il finanziamento di una nuova opera muraria da collocare in uno spazio pubblico.

L’annuncio ha irritato la Lega del X Municipio che, attraverso la capogruppo Monica Picca e il consigliere Pierfrancesco Marchesi, ha presentato una risoluzione da portare al voto del Consiglio. Nella nota i leghisti chiedono di conoscere “gli atti autorizzatori concessi alla ‘a.DNA project’ (attiva sul territorio ostiense dal 2015) per il progetto ‘Urban Area – Ostia’; gli atti che hanno portato tale associazione, proveniente da Battipaglia, alla realizzazione di tale progetto; se tale associazione risulta iscritta all’Albo delle Associazioni della Regione Campania“.

La Lega chiede al Consiglio Municipale di impegnare il Presidente e l’Assessore competente “a bloccare ogni iter che utilizzi fondi pubblici per la realizzazione di un nuovo murales, continuando imperterriti a non condividere con gli altri organi istituzionali, ciò che riguarda l’immagine dell’intero territorio. Inoltre, a rendere pubblici tutti gli atti e i permessi che riguardano l’associazione di promozione sociale a.DNA“.