Seguici su

Cerca nel sito

Ostia, serrande abbassate per commemorare il carabiniere assassinato

I commercianti del Centro Storico hanno abbassato le serrande e fermato l'attività per dieci minuti in coincidenza con i funerali di Stato del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega

Ostia – Dieci minuti di silenzio, con serrande abbassate e fermo delle attività in segno di lutto per la scomparsa del vicebrigadiere dei Carabinieri Mario Cerciello Rega, ucciso a Roma lo scorso 26 luglio.

E’ l’omaggio alla memoria che i negozianti del Centro Storico di Ostia hanno riservato al militare caduto nell’espletamento del suo servizio venerdì scorso a Trastevere. “Siamo vicini all’Arma dei carabinieri e vogliamo onorare in questo modo un suo appartenente caduto nell’espletamento del suo compito – riassume Giorgio Castaldi, promotore della manifestazione di cordoglio – I militari sono da sempre vicini a tutela della sicurezza nella città e per questo sono nel nostro cuore. E’ un piccolo gesto che abbiamo fatto coincidere in corrispondenza con i funerali di Stato che si sono svolti oggi a Somma Vesuviana“.

Serrande abbassate e dieci minuti di commemorazione in ridordo del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega assassinato a Trastevere

Serrande abbassate e dieci minuti di commemorazione in ridordo del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega assassinato a Trastevere

La vicenda ha toccato profondamente i commercianti e i residenti, in particolare della zona centrale di Ostia. In via dei Fabbri Navali, infatti, è presente il presidio storico dei Carabinieri con la Stazione ed il Comando Compagnia. Gli uomini in divisa, insomma, sono ospiti abituali dell’area pedonale, sia nei frequenti pattugliamenti a piedi che in abiti borghesi, riscuotendo l’apprezzamento e l’affetto degli operatori economici oltre che dei residenti.