Seguici su

Cerca nel sito

Parcheggio multipiano chiuso, Orlandi: “A Formia economia locale sempre più in crisi”

Orlandi: "Il centro di Formia rischia una crisi occupazionale, considerando che, entro la fine dell'anno, potrebbero registrarsi altre importanti chiusure e/o trasferimenti delle attività."

Formia – L’economia del centro di Formia è sempre più in crisi. Il motivo? Secondo l’attuale presidente di Confcommercio Formia, Giovanni Orlandi, sta nella povertà di parcheggi che questa zona della città ha da offrire a residenti e turisti, specialmente da quando il parcheggio multipiano “Aldo Moro” ha chiuso i battenti.

Preoccupato per le sorti dell’economia locale, Orlandi scrive, infatti, una lettera indirizzata al giudice del Tribunale fallimentare di Latina, la dottoressa Tiziana Tinessa e al curatore fallimentare, Gianmarco Navarra, chiedendo loro una rapida soluzione “prima che sia troppo tardi.”

“Il sottoscritto Giovanni Orlandi […] – si legge infatti nella lettera – vuole porre alla vostra attenzione i pesanti impatti sulla città di Formia, venutisi a creare con la chiusura del Multipiano delle poste.Giovanni Orlandi

La chiusura progressiva del parcheggio – Piano zero il 14 febbraio, per l’avvenuta aggiudicazione nell’asta del 20 dicembre 2018 alla società “Edificanda s.r.l” e il 5 aprile degli ulteriori due piani (-1 e-2) –ha creato un effetto molto negativo sulla fruibilità del centro di Formia e, conseguentemente, sull’economia locale.”

I mesi appena trascorsi, sottolinea, quindi, Orlandi, hanno fatto rilevare segnali molto negativi, dal punto di vista socio-economico, per il tessuto commerciale del centro città, in particolare: i fatturati delle imprese hanno registrato, in aggiunta alla contrazione dei consumi a livello nazionale, un calo del 30%; si sono verificate chiusure di aziende e/o trasferimenti in altre zone pari al 15%; le attività della ristorazione e i pubblici esercizi che, in questi ultimi anni, avevano mostrato una particolare vitalità economica, hanno registrato un calo di presenze del 15%; le attività alberghiere ed extralberghiere hanno segnalato una contrazione dei giorni di permanenza, motivate dalla difficoltà di fruire del centro cittadino; infine, anche il flusso sia dei turisti che di clienti delle altre città del Golfo è diminuito per la difficoltà di parcheggio e il conseguente traffico.

Il centro di Formia – da anni cuore dello shopping per residenti, turisti e frequentatori della zona -, quindi, prosegue Orlandi, se si continua di questo passo, rischia una vera crisi occupazionale per i commercianti, considerando che, con le condizioni attuali, entro la fine dell’anno potrebbero registrarsi altre importanti chiusure e/o trasferimenti.

“Non da ultimo – prosegue Orlandi – c’è il rischio – non ventilato ma possibile – di una vandalizzazione e, quindi, di un depauperamento del bene, nonché di un suo utilizzo improprio (rifugio di clochard e senza tetto) con l’avvento della stagione autunnale.

Una possibilità che inciderebbe pesantemente sul decoro urbano, per una struttura posizionata al centro della città.” Non solo: Orlandi prova a fare una previsione anche a medio termine: da qui a Natale, solitamente grande periodo per lo shopping – dove l’apertura o la chiusura del Multipiano potrebbe incidere, in base ai casi, positivamente o meno, sull’economia locale.

Chiediamo – conclude Orlandi – contando sulla vostra sensibilità, una particolare attenzione al futuro del Multipiano e una rapida soluzione per la sua riapertura.”

(Il Faro on line)