Seguici su

Cerca nel sito

Una via per Noemi Magni: si moltiplicano le proposte di enti e politici

Dopo la petizione lanciata dalla famiglia, politici ed enti territoriali lanciano nuove proposte per ricordare Noemi.

Fiumicino – Si moltiplicano le proposte per intitolare una via del comune di Fiumicino a Noemi Magni, la giovane uccisa dal tornado che, nella notte tra il 27 e il 28 luglio 2019, ha colpito Focene, località balneare del litorale romano (leggi qui).

Nei giorni scorsi, la famiglia Magni, tramite Il Faro online che ha intercettato sui social la volontà popolare, ha lanciato la petizione per cambiare il nome di via Coccia di Morto con quello di Noemi.

La ragazza era nella sua auto quando è stata travolta dalla furia della natura; ha perso la vita su via Coccia di Morto, un nome che non piace ai residenti. Dopo la fiaccolata organizzata in memoria di Noemi (leggi qui), è nata l’idea di intitolarle la strada facendo in modo che il suo nome viva per sempre nella comunità di Focene.

CLICCA QUI PER FIRMARE LA PETIZIONE

La petizione lanciata dalla famiglia ha raccolto, in appena una settimana, oltre tremila firme. Un numero che non è passato inosservato agli occhi dell’amministrazione comunale. “La petizione lanciata dai genitori di Noemi Magni tramite Il Faro online per dedicare una strada alla ragazza vittima del tornado va presa nella massima considerazione. E’ un atto di compassione e dignità che non deve cadere nel vuoto. Se non sarà possibile su via Coccia di Morto proporrò di declinarla in uno dei diversi suggerimenti già arrivati al Comune“, ha detto il capogruppo della lista civica Crescere Insieme, Roberto Severini (leggi qui).

Favorevole all’idea di intitolare una via a Noemi anche Davide Farrugio, delegato del Sindaco ai Diritti Civili, che nei giorni scorsi ha dichiarato: “Dopo aver letto vari commenti dei miei concittadini sotto varie forme, mi sono ricordato di aver parlato con un funzionario del Comune riguardo le intestazioni delle vie”, proponendo, tuttavia, la dedicazione di una pista ciclabile, poiché, burocraticamente parlando, l’intitolazione di una ciclabile è “più facile nelle pratiche in quanto non coinvolge nessun cittadino o impresa nel cambio dei documenti“.

Farruggio, rivolgendosi direttamente ai familiari di Noemi, ha poi concluso: “Se i genitori vorranno, mi farò portavoce di questa iniziativa in Comune per riportarlo all’attenzione dell’assessore competente”.

E, dopo il sostegno del mondo politico, è arrivato anche quello degli enti del territorio. Le Pro Loco del territorio, infatti, in una lettera indirizzata al Sindaco Montino, hanno scritto: “Pur comprendendo l’emozione suscitata dall’evento, crediamo sia più opportuno proporre invece un’intitolazione della Rotonda sita all’ingresso di Via Coccia di Morto e di Focene nord. Non si intaccherebbe l’etimologia storica della via e si eviterebbero disagi a residenti ed attività commerciali ivi presenti costretti a modificare tutti i documenti”.

La lettera, che reca in calce la firma dei presidenti della Pro Loco di Fregene-Maccarese, unitamente alle altre Pro Loco del Comune di Fiumicino, ovvero la Pro Loco di Fiumicino, la Pro Loco di Torre In Pietra e la Pro Loco di Passoscuro, così si conclude: “Chiediamo il Suo intervento affinché il Comune intitoli la Rotonda a Noemi Magni o, in alternativa, la Sua autorizzazione a poterle dedicare una targa commemorativa da apporre (in data da concordare) nella Rotonda”.

(Il Faro online)