Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Festa del Sacrificio, centinaia di musulmani in preghiera al Pontile

Oltre duecento musulmani si sono radunati al Pontile per celebrare con preghiere la Festa del Sacrificio. La curiosità dei passanti

Più informazioni su

Ostia – Oltre duecento musulmani si sono radunati dalle primissime ore del mattino in piazza dei Ravennati, al Pontile, per recitare le preghiere che aprono la Festa del Sacrificio.

La distesa di corpi genuflessi ha incuriosito i passanti e gli sportivi che già dalle prime ore corre o pedala sul lungomare. Già alle 7,30 si contavano altre duecento presenti, tutti schierati su un enorme telo azzurro, molti con il proprio tappetino, per eseguire il rito religioso islamico. I testimoni non hanno notato la presenza di pattuglie di forze dell’ordine, come avviene sempre in casi di adunanze numerose.

SACRIFICIO2

La Festa del Sacrificio, in arabo īd al-aḍḥā, richiama l’episodio biblico del sacrificio di Abramo, Ibrāhīm, del tutto obbediente al disposto divino di sacrificare il figlio a Dio. La Festa dura tre giorni a partire dal 10 agosto e i musulmani sacrificano come Abramo un animale che, secondo la sharīʿa, deve essere fisicamente integro (non castrato) e adulto e può essere soltanto un ovino, un caprino, un bovino o un camelide. L’animale viene ucciso mediante sgozzamento, con la recisione della giugulare che permetta al sangue di defluire, visto che per la legislazione biblica e coranica il sangue è sacro ed è quindi proibito mangiarne.

Per questo motivo gli animalisti contestano il rito considerandolo una strage di animali.

Più informazioni su