Seguici su

Cerca nel sito

Sociale, Anselmi replica a Parente: “Non si sfrutta la disabilità per fare campagna elettorale”

L'assessore alle Politiche Sociali: "Indetta per la prossima settimana un'ulteriore riunione delle commissioni per valutare i progetti arrivati"

Fiumicino – “Nessuna vacanza e la risposta all’interrogazione è stata già protocollata da tempo. Siamo sempre alle solite storie: sfruttare una tematica così delicata come la disabilità o la senescenza per fare campagna elettorale o slogan politici“.

Lo dichiara l’assessore alle Politiche sociali Anna Maria Anselmi, che così replica alle dichiarazioni di Luca Parente di Forza Italia (leggi qui): “Ciò che conta invece sono i fatti. Il primo fatto è che la risposta al consigliere di Forza Italia sul bando per l’assistenza domiciliare minori, anziani e disabili è stata già protocollata ed inviata circa 20 giorni fa. Forse ci dovrebbe essere maggiore comunicazione all’interno del loro partito. Il secondo fatto è che le commissioni che stanno valutando i vari progetti presentati stanno continuando il loro lavoro ed infatti è stata indetta un’ulteriore riunione valutativa proprio la prossima settimana”.

“Le tematiche sono delicate ed importanti e, considerando che abbiamo deciso di dividere i vari servizi così da renderli più specifici e più efficienti, è normale che le tempistiche di valutazione e di aggiudicazione della gara siano più lunghe. Forse il delegato di Forza Italia non è perfettamente a conoscenza della tematica e della mole di lavoro che ne comporta”, prosegue l’Assessore.

Che conclude: “Ribadisco con forza che utilizzare tematiche così importanti solo per fare campagna elettorale è una forma marcia e sbagliata di fare politica. Su argomenti così importanti ci vuole sano confronto, come avviene sempre durante le commissioni, per esempio. Inoltre preciso che prima di parlare e sparlare del lavoro altrui bisognerebbe informarsi e avere piena conoscenza della tematica, solo così ogni idea avanzata può essere utile per il bene comune, obiettivo primario di questa Amministrazione, che forse non lo è per altri”.

(Il Faro online)