Seguici su

Cerca nel sito

Morto Felice Gimondi, la leggenda del ciclismo aveva 77 anni

Un malore la causa della scomparsa. Inutili i tentativi di rianimazione sulla spiaggia di Recanati. Il cordoglio della Federciclismo

Il Faro on line – Sta scuotendo il mondo del ciclismo una triste notizia battuta poco fa dal web. E’ morto Felice Gimondi. Si trovava su una spiaggia della zona di Recanati. Mentre faceva il bagno nelle acque dei Giardini Naxos l’ex campione di ciclismo ha accusato un malore.

Immediatamente soccorso dai bagnanti e dai medici del 118 accorsi sul posto, non c’è stato nulla da fare. Inutili i tentativi di rianimazione.

Se ne va una leggenda del ciclismo. Una colonna dello sport italiano. Un simbolo che ha dato ad uno sport che grazie a Felice è cresciuto e ha mietuto talenti e medaglie. Tre allori per lui ai Mondiali. Il più importante conquistato in Spagna nella competizione in linea. Campione del mondo a Barcellona nel 1973. Gli altri erano stati un argento e un bronzo sempre nella competizione iridata nella stessa specialità.

14 anni di una splendida carriera. Dal 1956 al 1979 ha vinto tutto. Ha vinto in salita, in cronometro e in volata. E’ stato capace di entrare nella schiera dei sette grandi corridori che hanno vinto i tre grandi giri europei. Giro d’Italia (1967, 1969 e 1976), Tour de France (1965) e la Vuelta in Spagna (1968). In totale cinque primi posti in queste grandi competizioni su strada. Conquistò la Parigi – Roubaix, la Milano – Sanremo e due giri di Lombardia. Deteneva il record di vittorie nello stesso Giro d’Italia. Nove volte sul podio nella classica rosa italiana. Sette vittorie di tappa per lui. Il suo rivale in gara era un altro grande del ciclismo mondiale, Eddy Merckx. Nonostante un’agguerrita concorrenza con questo campione indimenticabile, si rese lui indimenticabile per vittorie, medaglie e podi ottenuti. Per Felice sono state 118 le vittorie tra i professionisti.

E allora numerosi sono stati i riconoscimenti per il campione italiano delle due ruote in bicicletta. Nel 2015, in occasione dei festeggiamenti del Centenario del Coni, fu inserito tra i migliori in assoluto. Nella Walk of Fame di Via delle Olimpiadi anche il suo nome dorato, tra gli atleti di spicco dello sport italiano all’ombra dello Stadio Olimpico.

La redazione de Il Faro on line esprime cordoglio insieme anche a Radio Faro, che nella persona di Marco Imberti Gialloreti, diffonde un messaggio di affetto per Felice e vicinanza alla famiglia Gimondi, sulla pagina ufficiale Facebook del network :

“Con profonda tristezza apprendiamo la notizia della scomparsa del Campionissimo Felice Gimondi, deceduto quest’oggi, per un malore, nelle acque di Giardini Naxos, La redazione di RADIOFARO desidera inviare le più sentite condoglianze alla famiglia ed in particolar modo alla figlia Norma Gimondi spesso ospite ai nostri microfoni con la sua elegante disponibilità”.

Di seguito il tweet di ricordo della Federciclismo sulla pagina ufficiale Twitter :