Seguici su

Cerca nel sito

Mondiali, Vicino – Lodo coppia infallibile, in semifinale nel due senza foto

Ripetono il quarto di finale gli azzurri che si sono ritrovati per questa ennesima competizione iridata. Domani le prime medaglie delle finali

Il Faro on line – Al termine del quarto giorno di qualificazioni prosegue il cammino della flotta azzurra, che dei 24 equipaggi iniziali – erano 25 ed uno è stato ritirato – perde solo il doppio senior di Venier e Infimo, che con il sesto posto nel quarto di finale si fermano e affronteranno solo le finaline di consolazione dal tredicesimo posto in giù.

Per quanto riguarda le gare di oggi va sottolineata la ripetizione del quarto di finale del due senza senior di Giuseppe Vicino e Matteo Lodo, perché all’equipaggio polacco si era rotto un remo dopo aver urtato un mezzo della giuria in panne sul campo di regata. Gli azzurri hanno vinto la loro gara battagliando fino alla fine con Canada e Romania e a nulla è valso il ricorso alla Giuria, presentato da queste tre nazioni, la quale ha deciso di far ripetere la gara oggi al termine del programma e spostare la semifinale a venerdì 30 agosto per concedere agli atleti una giornata in più di recupero. Per la cronaca il recupero del quarto ha visto nuovamente l’Italia conquistare il primo posto, mantenuto dal primo all’ultimo colpo, con la Romania questa volta seconda ai danni del Canada.

Prima di entrare nello specifico delle altre gare di oggi, il cammino dell’Italia si può riassumere nel seguente modo: 9 barche olimpiche sono in semifinale (singolo, due senza, quattro senza, quattro di coppia senior uomini; doppio pesi leggeri maschile e femminile; due senza, doppio e quattro senza senior femminile); 3 barche paralimpiche in semifinale (singolo PR1 maschile e femminile, quattro con PR3Mix); nelle barche non olimpiche il singolo pesi leggeri maschile e femminile sono in semifinale, mentre 4 barche sono in finale (due senza pesi leggeri maschile e femminile, quattro di coppia pesi leggeri maschile e femminile); in finale anche 3 barche non paralimpiche (singolo PR2 maschile, due senza PR3 femminile, doppio PR3Mix). Devono ancora disputare il recupero per l’accesso al turno successivo il quattro di coppia senior femminile e l’otto maschile.

Tornando alle gare di oggi, dopo aver trattato il due senza, supera i quarti di finale con il primo posto approdando in semifinale anche il doppio pesi leggeri maschile, di Pietro Willy Ruta e Stefano Oppo, davanti a Norvegia e Nuova Zelanda e, per 19 centesimi, sigla il miglior tempo sulla Germania prima in un altro quarto di finale. Con il terzo posto ai quarti avanzano anche il singolo senior maschile di Simone Martini, il due senza senior femminile di Aisha Rocek e Kiri Tontodonati e il doppio leggero femminile di Federica Cesarini e Valentina Rodini. Vittoria, e miglior tempo dei quarti di finale, del singolo pesi leggeri maschile – quest’ultima barca non olimpica – anche per Martino Goretti, primo con distacco su Usa e Turchia.

Nei recuperi, bella vittoria per il doppio senior femminile di Stefania Gobbi e Stefania Buttignon, detentrici del bronzo europeo della specialità, che in rimonta superano la Repubblica Ceca conquistando la semifinale, mentre con il secondo posto avanzano anche Anila Hoxha, nel singolo PR1 femminile, e Fabrizio Caselli nella medesima specialità maschile (entrambe specialità paralimpiche). Tra le specialità non paralimpiche, vittoria nel recupero di Daniele Stefanoni, in finale nel singolo PR2 maschile.

Domani partenza alle 9.30, con la quinta giornata di gare a Linz dedicata agli ultimi recuperi e alle prime semifinali, valide nelle specialità olimpiche per l’assegnazione dei primi pass per Tokyo 2020.

Foto : Mimmo Perna