Seguici su

Cerca nel sito

Su Rousseau vince il “sì”, via libera al governo M5S-Pd

Il sì ha ottenuto il 79,3%, dei voti, mentre il 20,7% ha votato contro

Roma – Via libera al governo giallo-rosso. Gli attivisti del M5S dicono sì al governo con il Pd. Il sì ha ottenuto il 79,3%, dei voti, mentre il 20,7% ha votato contro. Il voto della base M5S, chiamata a decidere se dare o meno il ok alla nascita di un governo 5 Stelle-Pd guidato da Giuseppe Conte, è terminato alle 18 ma si sono registrati dei rallentamenti legati, a quanto si apprende, alla ‘lentezza’ registrata dal Blog delle Stelle, che era sovraccarico.

La partecipazione al voto è stata molto alta, l’ultima rilevazione diffusa superava i 73mila votanti poco dopo le 16. Il quesito su cui gli iscritti hanno dato una risposta è stato il seguente: “Sei d’accordo che il M5S faccia partire un governo, insieme al Partito Democratico, presieduto da Giuseppe Conte?”. Il voto, che si è svolto dalle 9 alle 18, è stato definito “determinante” da Luigi Di Maio e “record” dal presidente di Rousseau, Davide Casaleggio.

Per quanto riguarda squadra e programma per l’eventuale governo giallorosso, intanto, i capigruppo pentastellati e dem sono tornati a vedersi nel pomeriggio, di nuovo a palazzo Chigi, con Conte, per completare il lavoro. “Tutti i punti sono stati affrontati e risolti” ha riferito il capogruppo Pd al Senato, Andrea Marcucci.

Accanto al taglio del numero dei parlamentari “ci sono interventi normativi compresa la legge elettorale“. E sui decreti sicurezza, ha aggiunto, si lavorerà innanzitutto “tenendo conto dei rilievi del Colle”. Gli fa eco Paola De Micheli, vicesegretaria del Pd: “Siamo alle battute finali di un grande, serio e profondo lavoro per dare un nuovo governo al Paese“.

(Il Faro online)