Seguici su

Cerca nel sito

Incidente sull’Aurelia, ciclista muore investito da un furgone

Per consentire l’intervento dei soccorritori è stato inoltre necessario deviare la circolazione su una sola corsia di marcia. Ingenti le ripercussioni sul traffico

Fiumicino – Un altro ciclista è morto questa, intorno alle 8:00, sulla via Aurelia. L’uomo, privo di documenti e di età compresa fra i 50 ed i 60 anni, ha perso la vita dopo essere stato investito da un furgone, un Iveco Daily, all’altezza del km 21, zona Castel di Guido, in direzione Grosseto.

Nonostante l’intervento dell’eliambulanza per l’uomo, che è morto sul colpo, non c’è stato nulla da fare. Sul posto, anche gli agenti XIII Gruppo Aurelio della Polizia Locale di Roma Capitale, per svolgere i rilievi scientifici del caso e chiarire l’esatta dinamica del fatale incidente.

Per consentire l’intervento dei soccorritori è stato inoltre necessario deviare la circolazione su una sola corsia di marcia. Ingenti le ripercussioni sul traffico: lunghe code si sono formate per tutte la mattinata.

Come ricordato da Roberto Severini (della lista civica di Fiumicino “Crescere Insieme”) con un post su Facebook, la via Aurelia non è nuova a tragedie stradali simili: “Sono veramente disgustato – ha commentato -. L’ennesimo ciclista è morto sull’Aurelia e nessuno fa nulla per vietarne l’accesso. Per non parlare del rispetto per quel corpo, che è lì a terra da oltre quattro ore… Quanto ci vuole ad autorizzarne lo spostamento?”.

Già lo scorso mese di febbraio un uomo di 68 anni di Santa Marinella fu travolto sull’Aurelia da una Mercedes,il cui conducente – poi rintracciato dai Carabinieri – si diede alla fuga senza prestare soccorso alla vittima.

(Il Faro online)