Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Us Open, Nadal loda Berrettini all’Arthur Ashe: “Diventerà un grande giocatore”

Al termine della semifinale giocata tra l’italiano e lo spagnolo, il campionissimo del tennis mondiale ha dedicato parole importanti: “Matteo ha tutto”

Il Faro on line – Alla fine dell’incontro e di fronte a 20 mila spettatori assiepati all’Arthur Ashe di New York, Rafael Nadal ha lodato il suo avversario. Giovane, italiano e grande talento.

Matteo Berrettini è arrivato sin lì, ad un passo dalla finale. Dalla storia. Ma nella storia c’era già entrato quando al termine del quarto di finale con il francese Gael Monfils. 3 a 0 per lui in tabellone e si è buttato sul verde di New York, stropicciandosi gli occhi. Era tutto vero. E’ stato il secondo italiano di sempre a giocare una semifinale agli US Open.

E l’ha giocata la sua partita. In una racchetta di grande classe e grande futuro. Lo ha detto il mito Nadal. E sono state queste le sue parole: “Matteo ha tutto. Diventerà un grandissimo giocatore. Lo è già e ha tanti anni davanti a sé per migliorare ancora”. Ai microfoni della Espn come riporta l’Ansa, il campionissimo del  tennis mondiale ha previsto un futuro brillante per Berrettini. E se n’è accorto in campo. In quelle due ore e mezzo di match, che poi lo spagnolo ha vinto per 3 a 0 (7-6 6-4 6-1). Ha assaggiato la racchetta dell’atleta azzurro che in America ha saputo dimostrare quanto vale.

Nadal giocherà la sua quinta finale agli Us Open. Il Grand Slam statunitense dove tutti i grandi dell’Atp hanno vinto e trionfato. Probabilmente lo farà anche lui nelle prossime ore. E come da pronostico. Intanto Berrettini, uscito dalla semifinale tra gli applausi di tutti, si sveglierà lunedì, ma solo da un riposo post Us Open. Perché il sogno continua. Sarà il numero 9 al mondo. Classifica mondiale tra i top atleti del tennis globale. Per la Race to London è già “qualificato”. A fine ci sarà anche lui tra i migliori otto al mondo che parteciperanno a questa competizione. Per le Atp Finals di fine 2019.