Seguici su

Cerca nel sito

Settimana all’insegna dell’instabilità, ecco i dettagli previsioni

Sul Mediterraneo permarranno ancora condizioni di tempo instabile e a tratti perturbato specie a metà settimana

Più informazioni su

La nuova settimana inizierà all’insegna della variabilità sulla Penisola dopo la perturbazione in transito nella giornata di domenica.

Lunedì mattina residua nuvolosità su estremo Nord-Est e basso versante tirrenico, con qualche acquazzone o temporale su Sicilia occidentale e coste campane; ampie schiarite altrove con clima piuttosto frizzante nottetempo e al primo mattino su Alpi, fondovalle appenninici e Val Padana, poi più mite nel pomeriggio; nubi in successivo aumento tra sera e notte tra Sicilia e Sardegna con anche qualche rovescio.

Martedì è però atteso un deciso peggioramento del tempo a partire dalla Sardegna per la formazione di una circolazione depressionaria sul Mediterraneo occidentale, a seguito della discesa di una saccatura atlantica dalle medio-alte latitudini europee.

Da questo nucleo depressionario potrebbe prendere vita una nuova perturbazione sospinta da un intenso flusso di correnti meridionali in quota che andrà a determinare – da martedì pomeriggio-sera – temporali e rovesci anche intensi proprio sulla Sardegna, regioni centrali tirreniche, Campania e in successiva estensione anche alle regioni del medio versante adriatico, Emilia Romagna e basso Piemonte.

Qualche pioggia – anche sottoforma di rovescio – potrebbe poi raggiungere il Nord nella giornata di mercoledì.

Si tratta comunque ancora di una previsione con attendibilità medio-bassa, in quanto persiste una notevole incertezza da parte della modellistica numerica sulla posizione che andrà ad assumere la circolazione depressionaria in sede mediterranea.

Seguirà poi un deciso miglioramento su gran parte della Penisola da giovedì grazie alla rimonta dell’anticiclone delle Azzorre sul’Europa sud-occidentale che potrebbe poi insistere almeno tra giovedì e il prossimo weekend.

La situazione sarà favorevole al ritorno di condizioni più stabili e soleggiate sull’Italia, con prime foschie dense e banchi di nebbia sulla Pianura Padana e nelle valli del Centro ed un’accentuata escursione termica tra mattina e pomeriggio un po’ su tutte le regioni, specie al Centro-Nord.

Più informazioni su