Seguici su

Cerca nel sito

Fiumicino, Anselmi: “Centro per l’impiego in dirittura d’arrivo”

"Manca da anni, e per un territorio come il nostro sarebbe di vitale importanza".

Fiumicino – “È già molto tempo che siamo entrati in contatto con la Regione Lazio per ripristinare il Centro per l’Impiego nel nostro territorio”. Lo dichiara l’assessore al Lavoro Anna Maria Anselmi.

Abbiamo avviato una stretta collaborazione con l’assessore al Lavoro regionale Claudio Di Berardino – prosegue –  che vorrei ringraziare per la grande disponibilità. Da quando i centri per l’impiego sono passati di nuovo sotto la completa competenza della Regione, ci siamo subito messi in moto e abbiamo avviato una serie di incontri, abbiamo preso contatti e ci stiamo impegnando costantemente su questo progetto. Siamo sulla direzione giusta. I lavori procedono instancabilmente. Siamo a buon punto. Fiumicino potrebbe avere di nuovo il suo Centro”.

“Sono davvero entusiasta – conclude Anselmi – del percorso intrapreso. Manca da anni, e per un territorio come il nostro sarebbe di vitale importanza. Per questo condivido e sostengo la raccolta firme lanciata dai Consiglieri di Maggioranza. Il mio lavoro continuerà e sono convinta che in pochi giorni porteremo a casa il risultato”.

Petrillo, Chierchia e Calcaterra: “Bene l’impegno dell’assessorato”

“Siamo contenti che a seguito della nostra proposta, l’Assessorato competente abbia intensificato i rapporti con la Regione per portare sul territorio il Centro per l’impiego”. Lo dichiarano i consiglieri della Lista civica Zingaretti Angelo Petrillo e Massimo Chierchia e il consigliere PD Stefano Calcaterra.

“La battaglia – proseguono – per ottenere che sul territorio siano presenti servizi per l’impiego, per l’orientamento al lavoro e per l’incontro tra candidati e aziende, prosegue. Ci auguriamo davvero che entro pochi giorni avremo un CPI a Fiumicino, ma sappiamo che la nostra non è una richiesta facile. Insieme a tutta la cittadinanza che parteciperà alla raccolta firme ci impegneremo per ottenere un risultato importante per la nostra Città”.

“E’ giunto il momento di attivare concretamente politiche attive per il lavoro, elaborando una programmazione seria e non lavorando solo sull’emergenza. Continueremo ad andare avanti per la strada e nelle istituzioni e proporremo che il Centro sia intitolato a Guido Rossa, Sindacalista ucciso dalle BR, che lottava anche duramente per i suoi ideali ma semppre difendendo la democrazia e ripugnando la violenza. Presto pubblicheremo il calendario dei siti per la raccolta firme. E’ una battaglia che va condotta tutti insieme“, concludono.

(Il Faro online)