Seguici su

Cerca nel sito

La Lazio vola a Ferrara per la terza di campionato contro la Spal

Dopo le due belle prestazioni in casa della Sampdoria e contro la Roma, i ragazzi di Inzaghi devono dare continuità al loro gioco e portare a casa una vittoria importante

Ferrara – Dopo la frenata di ieri della Juve in casa della Fiorentina che è riuscita a pareggiare la gara a reti inviolate e la vittoria di Napoli e Inter, ora, momentaneamente sola al comando con punteggio pieno a nove punti, i ragazzi di Mister Inzaghi, dovranno dimostrare oggi contro la Spal, di essere maturati ulteriormente, confermando gioco e risultato.

La Lazio dovrà uscire dallo stadio Paolo Meazza, con i tre punti in tasca. La partita, sulla carta, non presenta grandi difficoltà, anche se, come abbiamo più volte evidenziato, l’umiltà deve essere alla base delle grandi squadre che, seppur consapevoli delle proprie potenzialità, devono avere rispetto per l’avversario che può sempre dire la sua, anche se le differenze tecniche tra le due compagini, oggettivamente, sono sostanziali.

Oggi, dovrebbe fare il suo esordio da titolare Vavro, scelto al posto di Bastos (Luiz Felipe è out per infortunio procuratosi nel derby). Al centro della difesa, il maestro d’orchestra della difensiva Laziale, Acerbi con alla sua sinistra il veterano Radu.

A centrocampo, ritroveremo Leiva con gli interni Milinkovic-Savic alla sua destra e Luis Alberto alla sua sinistra. Esterni, prenderanno posto Lazzari sulla fascia destra e l’altro veterano, l’instancabile Lulic…il Capitano.

Davanti, un attacco che ha fatto bene anche nella scorsa stagione, Caicedo in Tandem con Immobile: potenza, tecnica e rapidità.

Le dichiarazioni degli allenatori nel Pre-Partita

SempliciSarebbe ora di fare punti. Sono contento che sia finito il mercato. Stiamo lavorando per trovare i giusti equilibri e lo dovremo fare sia attraverso le partite che attraverso gli allenamenti, in modo da ottenere una condizione di squadra migliore già da domani, quando affronteremo una grandissima formazione. Io sono abbastanza fiducioso e contro la Lazio inizierà il nostro campionato. Domani cercheremo di fare la nostra prestazione. Volevo ringraziare la Curva Ovest per l’attestato di stima dei giorni scorsi. Sappiamo quanta importanza ha avuto in questi anni lo stare uniti. La Serie A a Ferrara è qualcosa di straordinario e dovremo fare di tutto per mantenerla.

E’ un gruppo di cui sono molto contento, forse il gruppo più bello da quando sono qua. Si stanno allenando con grande attenzione e voglia. Cercheremo ancora una volta di smentire i pronostici iniziali. Abbiamo la convinzione di poterlo fare anche quest’anno. La SPAL ha un’esperienza diversa, una società seria e la possibilità di lavorare con lo stesso allenatore da più anni. Abbiamo dei punti di vantaggio sulle concorrenti, così come l’unità di intenti che abbiamo dimostrato in queste stagioni. Noi ce la metteremo tutta, l’obiettivo sappiamo qual è. Sarà necessario stare tutti vicini e tutti insieme remare verso lo stesso obiettivo: la permanenza in A.

Riguardo chi scenderà in campo non so se Berisha ci sarà, eventualmente, spazio a Letica. Lo valuteremo. Sicuramente alcune scelte dipenderanno dagli impegni nazionali e dalle condizioni fisiche. Le stiamo valutando e vedremo domani. Sono comunque contento dei nuovi arrivati e starà a me metterli nelle condizioni giuste per giocare. Sulle fasce, il reparto è completo. Lo stesso Strefezza ha fatto molto bene, ma avrà bisogno di tempo per inserirsi nelle logiche della Serie A e per questo avrà bisogno di essere messo nelle giuste condizioni.

Murgia? Potrebbe essere la sua domenica, perché è un giocatore importante per noi. Davanti ho diverse alternative e a seconda del momento valuteremo chi schierare. Paloschi è un giocatore importante, così come Moncini scalpita per poter giocare. La coppia Di Francesco-Petagna potrebbe essere un’eventualità. Ma vedremo.

Conosciamo tutti il valore dei nostri avversari e di Lazzari, a cui auguriamo il meglio, ma magari dalla prossima partita. Mi auguro gli facciano una bella accoglienza, così magari l’emozione lo potrà tradire. La Lazio comunque è composta da tantissimi grandi giocatori e sono convinto che dovremo disputare una partita attenta, migliorando la fase di non possesso, che è stata quella che non ci ha permesso di portare a casa dei punti.”

S. Inzaghi – “Dobbiamo ragionare di partita in partita non siamo bravi a fare proclami. Gli anni scorsi non ci siamo posti obiettivi, eppure abbiamo vinto trofei, perso alcune semifinali, poi abbiamo ottenuto due quinti posti. Non dobbiamo porci limite, vogliamo continuare a crescere, guardiamo in là. Ora significa pensare solo alla Spal. La sosta per le Nazionali? Abbiamo tenuto alto il nome della Lazio in Europa, venivamo da un buon momento, con una partita a settimana e una buonissima preparazione. Stavamo bene fisicamente e mentalmente. Sono contento, ma l’ultima settimana non ho avuto i giocatori sotto controllo tutti i giorni. Credo che comunque a qualcuno abbia fatto bene mettere minuti nelle gambe. Però mi piacerebbe più averli qui con me. Ripensando al derby avrei voluto giocare subito, sono passati 15 giorni, c’era amarezza dopo la partita, un pareggio che brucia. Resta la prestazione, abbiamo fatto bene, questo deve trasformarsi in carica agonistica già da domani. Abbiamo bisogno di un’altra grande prestazione. Luiz Felipe? Parto dal presupposto che quelli che sono rimasti qui a Formello hanno lavorato tutti molto bene, quelli che hanno lavorato di più dei rientrati sono i due italiani. Acerbi e Immobile lunedì erano già in Italia, mercoledì erano con noi in campo, gli altri li ho visti poco. Però hanno fatto bene e hanno portato in giro il nome della Lazio. Devo fare delle riflessioni, prendo ancora tempo per capire chi giocherà tra Patric e Vavro, chi in mediana tra Parolo e Milinkovic. Chi è stato fuori l’ho visto poco, 7 partite in 21 giorni, ci sarà spazio per tutti prossimamente.”

Le probabili formazioni

SPAL (3-5-2): Berisha; Cionek, Vicari, Felipe; D’Alessandro, Valoti, Missiroli, Kurtic, Igor; Di Francesco, Petagna.

A disp.: Thiam, Letica, Reca, Tomovic, Sala, Valdifiori, Jankovic, Murgia, Floccari, Paloschi, Moncini.

All.: Semplici.

Indisponibili: Fares
Diffidati: nessuno
Squalificati: nessuno

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Vavro, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Caicedo, Immobile.

A disp.: Proto, Guerrieri, Patric, Bastos, Marusic, Cataldi, Parolo, Berisha, Jony, André Anderson, Correa, Adekanye.

All.: Inzaghi.

Indisponibili: Luiz Felipe; Adekanye
Diffidati: nessuno
Squalificati: nessuno

NOTE

ARBITRO: Gianpaolo Calvarese (sez. Teramo)
ASSISTENTI: Schenone e Bresmes
IV UOMO: Ghersini
VAR: Aureliano
AVAR: Di Iorio

(Il Faro online)