Seguici su

Cerca nel sito

Europei Master, Tiziana Cingolani doppio bronzo in staffetta: “Esperienza indimenticabile” foto

Racconta la sua competizione personale l’atleta della Old Stars Ostia. Due medaglie europee. Da aggiungere agli altri allori già in bacheca. Dedica speciale per le sue compagne di squadra

Ostia – Tiziana è un’atleta di Ostia. Lavora, corre e sogna lungo una pista di atletica. Nella categoria dei master, quelli che non sono professionisti ma che in occasioni come quella di Jesolo fanno valigie e preparano divise sportive, la Cingolani della Old Stars Ostia è una delle migliori d’Italia.

E’ campionessa regionale in carica dei 100 e dei 400 metri, in cui detiene pure dei record. Veloce velocissima in pista. E un po’ folle. Lo dice Tiziana al ritorno. Dopo gli Europei Master di atletica leggera andati di scena al Lido di Jesolo la scorsa settimana, la donna che lavora e  che corre, racconta la sua esperienza. Ed è stata una di loro. Di loro. Di quelli che hanno vinto. Per la Oso di Ostia, la società sportiva di atletica leggera del X Municipio, ha vinto due bronzi in staffetta. E la notizia è arrivata a metà pomeriggio dello scorso 14 settembre: “Ultimissime da Jesolo Campionati Europei Master – scriveva sulla pagina ufficiale Facebook della Oso, Ferdinando Colloca, atleta e presidente – Tiziana Cingolani medaglia di bronzo w40 nella 4×100 metri. Daje !”. La gioia è stata subito tanta. Soprattutto perché arrivava dopo la medaglia d’oro di Fabio Solito nei 3000 siepi. Una squadra virtuosa quella della Oso. Non esiste gara importante in cui i suoi tesserati, forti, fortissimi, non si portino a casa medaglie e trofei.

E allora ecco anche Tiziana a salire sul podio. Dopo Solito. Due bronzi per lei. E il primo festeggiato in questo modo da Colloca. E il giorno dopo, ancora: “Doppietta podio per Tiziana Cingolani. Pochi minuti fa conquista il bronzo nella 4×400 w40 ai Campionati Europei Master di Jesolo. La nostra Wonder Woman non finisce mai di stupirci – commentava Colloca sulla pagina Facebook della Oso – contentissimo come coach, come Presidente e come amico!”. Si. Ferdinando Colloca è il suo allenatore a Ostia e l’orgoglio è tanto. E Tiziana non può fare a meno di ringraziare : “Ringrazio il mio coach Ferdinando colloca e la mia squadra di Ostia, la Old Stars Ostia”. Due terzi posti allora per lei. La campionessa in carica continentale di Ancona. Nella 4×200 metri Tiziana è la migliore in Europa. E come medagliata del 2016 è andata fino a Jesolo. Prendendosi altre due medaglie. Nella 4×100 e nella 4×400 femminile. Incredibile il palmares della Cingolani. Tante medaglie e record accumulati negli anni passati, grazie ad una Oso che vince e stravince e grazie ad una Italia Master che di Tiziana probabilmente non potrà mai fare a meno. Nel 2019, è stata anche campionessa italiana nella staffetta 4×400 e in quella svedese nei diversi metri da correre (100, 200, 300 e 400) ed è arrivata terza agli Italiani Master nella 4×800. E allora non potevano che giungere le medaglie europee di Jesolo. E anche con un piccolo infortunio al dito del piede. Sta lì la sua innocente follia. L’iscrizione era già fatta e Tiziana non voleva perdere l’evento sportivo dell’anno. Per niente al mondo.

E ha condiviso giorni speciali allora, con le sue compagne di squadra. Nella 4×100 e nella 4×400 sempre loro : Rosa Iovine, Manuela di Padova e Stefania Chizzali nella prima specialità e Elisa Vincenti Gatti, Sara Gatto e Veronica Marchesini nella seconda. Insieme in pista, insieme a bordo pista e insieme sul podio. Per  festeggiare due medaglie di bronzo da conservare per sempre in bacheca. E dedica le sue medaglie proprio alle sue amiche. Michela Borscia, Patrizia Caravillani e Agnese Rossi. Con orgoglio. Italiano e lidense : “Siamo le campionesse europee Master categoria W45. Con le mie amiche ho condiviso gioie ed emozioni e che con la loro simpatia hanno reso quest’esperienza di Jesolo indimenticabile. E dedico a loro queste medaglie”. Vuole sottolinearlo Tiziana a Il Faro on line.

Non se ne va il suo sorriso in volto. E la Oso la festeggia. Come lo fa il movimento master italiano che a Jesolo ha vinto tantissime medaglie. Atleti professionisti no, ma vincenti sicuramente. E niente manca a questi atleti che corrono per passione. Con tanti sacrifici e impegno. Tra tanti lavori svolti. E famiglia a cui badare. Tiziana è tornata ancora una volta con le sue medaglie al collo. Da Jesolo questa volta. Due bronzi in quella staffetta in cui lei è imbattibile. E Ostia ha la sua campionessa da acclamare.

Sei tornata da Jesolo con due medaglie di bronzo. Puoi raccontare le gare come sono andate ?

“Torno da Jesolo felice di aver partecipato all’ennesimo Campionato Europeo Master. Sono sincera.. non mi aspettavo grandi risultati, un po’ perché il periodo estivo chiude solitamente la stagione delle gare e non mi aiuta a mantenere a lungo certe prestazioni/condizioni sportive, un po’ perché a 10 giorni dall’inizio dei Campionati Europei, ho avuto la brillante idea di dare un calcio ad un lettino e mi sono procurata una piccola frattura ad un dito del piede. Però chi mi conosce lo sa sono un po’ pazza ed essendomi iscritta ho voluto tentare ugualmente”.

Entrambi i bronzi vinti in staffetta. Qual è la forza della squadra Italia ?

“Solitamente l’ultima gara è la staffetta è la considero la più bella in assoluto per condivisione, dato che l atletica è uno sport decisamente individuale. Nella staffetta si da tutto e anche di più, lo reputo un piccolo miracolo ed un’occasione per dare davvero il meglio di sé, perché il risultato lo si porta in 4 e la cosa più incredibile è che in gare come queste le staffettiste tra loro non si conoscono neanche, ma si fidano ciecamente l’una dell’altra. Parlo delle mie compagne di squadra della 4×100 (tempo 51.60) Rosa Iovine, Manuela di Padova e Stefania Chizzali e delle compagne della 4×400 (tempo 4.22.64) Elisa Vincenti Gatti, Sara Gatto e Veronica Marchesini, tutte speciali e uniche allo stesso tempo. Loro sono donne che come me lavorano o hanno famiglia e che per trovare il tempo per correre e dedicarsi alla loro passione fanno sacrifici e si allenano nei ritagli di tempo o anche alla sera tardi”.

Già precedentemente avevi partecipato ad un Europeo Master e avevi vinto il titolo. Puoi raccontare come andò ?

“Non è la prima volta che salgo sul podio ad un europeo con la staffetta, il 3 aprile del 2016 ho vinto l’oro con la staffetta 4×200 ai Campionati Europei Master ad Ancona, fissando il nuovo record italiano per la categoria w35. Quest’anno ai Mondiali Master di Torun, abbiamo sfiorato il podio arrivando con la staffetta 4×200 quarte categoria w40”.

Ci sono dediche speciali per queste medaglie ? Chi vuoi ringraziare ?

“Ringrazio il mio coach Ferdinando colloca e la mia squadra di Ostia, la Old Stars Ostia.  Però stavolta dedico queste due medaglie di bronzo alle mie compagne di viaggio e di avventura, Michela Borscia, Patrizia Caravillani e Agnese Rossi, le campionesse europee Master categoria W45, con cui ho condiviso gioie ed emozioni e che con la loro simpatia hanno reso quest’esperienza indimenticabile”.

(Il Faro on line)