Seguici su

Cerca nel sito

La Uil al Pascucci: “Gettare discredito sui lavoratori non migliora i servizi resi ai cittadini”

"Siamo certi che il Sindaco smentirà presto quanto riportato dalla stampa e chiarirà la sua posizione pubblicamente"

Più informazioni su

Cerveteri – “La Uil fpl ha appreso con estremo stupore quanto riportato sugli organi di stampa in merito a presunte dichiarazioni contro i dipendenti comunali da parte del Sindaco” – lo afferma in una nota stampa Rita Longobardi, delegata Uil fpl Roma e Lazio.

“Se tali dichiarazioni fossero confermate, vorrebbe dire che il Sindaco ha prove documentate e certe contro i dipendenti a cui si riferiva. Diversamente dovremmo purtroppo, con profonda amarezza, stigmatizzare un comportamento che in tal senso si configurerebbe irragionevole quanto irresponsabile.

La Uil fpl non potrà mai appoggiare o difendere chi “rallenta o peggio “blocca” l’attività amministrativa o chiunque possa compiere atti illegittimi in violazione delle norme vigenti, allo stesso tempo però non potrà mai condividere e accettare che si possano fomentare pregiudizi o accuse non debitamente supportate e riscontrate nelle sedi competenti.

Ricordiamo che i dipendenti di Cerveteri sono in primis cittadini cerveterani e anch’essi esigono, come tutti gli altri, una politica capace ed una macchina amministrativa efficace ed efficiente.

Gettare generico discredito sui lavoratori non porta a migliorare i servizi resi ai cittadini. Semmai alimenta pregiudizio e immagine negativa che da tempo si associano ai dipendenti pubblici esponendo questi ultimi a rischi sempre più frequenti di aggressioni verbali e fisiche, come da dati emersi a livello nazionale sui quali questa organizzazione è impegnata in prima linea a difesa della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.

Da tempo grava sui dipendenti del Comune di Cerveteri il blocco del turn over e l’impossibilità di sostituire i pensionamenti, la mancanza di formazione, di aggiornamento e crescita professionale, la carenza di reali investimenti per le politiche del personale e di miglioramenti organizzativi su cui chiediamo immediati interventi risolutivi.

L’avvio di concorsi pubblici per sanare la strutturale carenza di personale aggravato dai numerosi pensionamenti anche in fruizione della c.d. “quota 100”, la valorizzazione del personale interno attraverso progressioni verticali per i dipendenti più meritevoli, la messa in sicurezza di tutte le sedi comunali ed in particolare di quella del Comando della Polizia Locale, più volte evidenziata, sono solo una parte di quegli interventi risolutivi proposti.

Siamo certi che il Sindaco smentirà presto quanto riportato dalla stampa e chiarirà la sua posizione pubblicamente, diversamente  dovremmo chiederci per quale ragione un Sindaco con delega al personale trattenuta, decida immotivatamente di denigrare pubblicamente i suoi dipendenti, vero motore della macchina amministrativa.

Ad ogni buon conto s’invita il Sindaco a constatare personalmente le condizioni ambientali e organizzative di lavoro nell’Ente, a verificare come ogni giorno con serietà e spirito di servizio, i dipendenti comunali assicurano servizi ai cittadini tra le tante carenze di mezzi e risorse disponibili e iniziare concretamente ad occuparsi di loro con serie e improcrastinabili politiche del personale. Pertanto attendiamo che il Sindaco ci convochi al fine di ripristinare corretti e leali rapporti sindacali ed iniziare il percorso risolutivo auspicato”.

Più informazioni su